You are here: Home

BOVINO - IL VOLONTARIATO LANCIA L' ALLERTA INCENDI

Published in News Wednesday, 29 May 2024 15:03

 Non conosciamo chi sono i titolari dell' indirizzo web del sito protezionecivilebovino-fg.it. Ad ogni modo basta veramente poco per rendere visibile e sicuro quel dominio che potrebbe essere certamente utile alla cittadinanza bovinese e non solo.

Ritenendo il comunicato che segue utile ed urgente, lo pubblichiamo così come pervenutoci pochi minuti fa  : 

Impossibile raggiungere il sito www.protezionecivilebovino-fg.it 

Abbiamo già trattato in altre occasioni l’argomento “Protezione civile locale” ponendo l’attenzione sulla possibile attuazione della “struttura comunale” quale minimo base di cui poter disporre, a tutela del patrimonio pubblico e privato e per il soccorso alla popolazione. Il Piano Comunale di Protezione Civile è consultabile sul sito web all’indirizzo http://protezionecivilebovino-fg.it , che descrive non solo tutti i rischi a cui il territorio di Bovino può essere esposto, ma anche i recapiti telefonici per le emergenze, oltre a tutti gli elaborati di piano approvati.

I presupposti per organizzare tale struttura ci sono, ma….dal 2018 tutto è nebuloso. Quando sembra che ci siano iniziative in merito, le stesse si perdono perché si risolvono in maniera disarticolata, come nel caso della DGM n. 119 del 07/08/2020 partecipazione Avviso POR Puglia 2014 - 2020 - azione 5.1 (sub azione 5.1.d) - Implementazione e aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile, per un importo di euro 19.613,70 finanziato dalla Regione. Torniamo al ma…e cioè come si intende utilizzare, con efficiente attuazione, anche questa “azione” aggiunta al Piano, se già da tempo manca la struttura che dovrebbe gestire questo Piano ed organizzare gli interventi di emergenza. Dal sito del Comune non si evince e non risulta niente di concreto!

Prendiamo spunto da una fra le tante notizie provenienti dall’Alta Italia….non per mortificare il Meridione e i Pugliesi,  ma i fatti sono questi….. un piccolo divario e una cocente realtà che non possiamo evitare.

Il Nucleo Elicotteri della Prociv Trento accoglie due nuovi mezzi, che saranno impiegati per operazioni antincendio, trasporto di materiale e sorveglianza del territorio, trasporto di squadre di personale e altre attività di protezione civile. Il sistema di protezione civile del Trentino ha accolto due nuovi elicotteri che renderanno la sua flotta la più giovane di tutta Italia. I due Airbus H125 (AS350B3e) saranno operativi a partire dalla seconda metà di giugno, quando verrà completato l’allestimento. (23 maggio 2024).

Niente del genere manco a pensarlo per la Protezione Civile Puglia, nemmeno solo a sfiorare col pensiero parlare di programmi operativi ed automezzi d’intervento per i Comuni dei Monti Dauni, anche perché come ben sanno gli Amministratori di tutti i Comuni: nulla si muove e non si viene ascoltati, se un problema non lo si affronta non si discute e non lo si propone con insistenza anche politica alla Regione. Quì tutto tace, e non si parla nemmeno di un autocarro a tre ruote (un cariolino).

Che piaccia o no, ai Comuni spetta l’incombenza di sorvegliare e di intervenire sugli incendi lungo la periferia urbana con vegetazione infiammabile, quale rischio d’interfaccia, dove sono presenti abitazioni con famiglie ed altri beni patrimoniali. (art.10 L.R. n.38/2016 e art.5 DPGR n.258/2023). Non va trascurato il coefficiente di pericolosità esistente fra: Via delle Masseriole-Montecastro-Aia degli Impisi-Campo Sportivo, Via Peschiera e Portella, Sotto le Mura ecc…

Torniamo al ma….dovesse succedere un incendio di interfaccia, come verificatosi anni addietro, il Servizio pronto intervento (sul sito del Comune ne risultano due con orario di ufficio) come interviene in attesa dei Vigili del Fuoco??  Ma bada bene ….. che sia incendio in orario di servizio e con il minimo sindacale previsto!

Last modified on Wednesday, 29 May 2024 18:23

I nostri contatti :)