You are here: HomeStoria di BovinoCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (137)

BOVINO - CONSIGLIO COMUNALE 29 APRILE 2016

Written by Saturday, 23 April 2016 06:52

E' stato convocato in sessione ordinaria il Consiglio Comunale venerdì 29 Aprile 2016 alle ore 10,00  per discutere il seguente ordine del giorno:

Già il sabato e domenica, giustamente, il servizio di recapito postale non viene effettuato, nei restanti cinque giorni la posta potrebbe essere consegnata solo a giorni alterni. Sono queste le notizie dei quotidiani:

Poste Italiane, salasso in provincia di Foggia: “A rischio 100 posti di lavoro”

Dal primo ottobre 2015, Poste Italiane ha avviato in maniera graduale la nuova rivoluzione dei recapiti. La riforma, nella sostanza, introduce su delibera dell’Agcom, la consegna a giorni alterni sul 25% del territorio nazionale, oltre a prevedere incrementi tariffari sia per la posta ordinaria che per quella prioritaria. L’accordo è stato firmato a settembre da tutte le sigle sindacali di categoria. In Capitanata la sperimentazione del nuovo modello di recapito a giorni alterni, partirà a giugno e coinvolgerà tutti i paesi, dal Gargano al Subappennino, così come nei bacini più grandi come Cerignola, Foggia, Lucera, Manfredonia, San Severo, Sannicandro G.co, San Menaio, Deliceto, San Giovanni Rotondo, per una perdita di circa 100 unità e con 86 zone di recapito in meno.

“Sono ancora troppe le nubi che incombono su questo nuovo modello – spiega Antonio Lepore, segretario della Cisl Poste – Stiamo per questo motivo valutando se non ci saranno in itinere cambiamenti, seriamente ad una eventuale modifica dell’accordo firmato. Mancano ad oggi ancora strutture e mezzi idonei, e tutto si ripercuote sulla qualità del servizio al cittadino e sul lavoro del portalettere che, ricordiamo, con questo sistema diventerà titolare di due zone invece che una e ciò significa dover imparare velocemente due nuove aree da servire, con tutti i disagi che ne seguiranno“. La preoccupazione del sindacato è la stessa di alcuni sindaci che si sono rapportati nei giorno scorso con l’organizzazione sindacale foggiana: “Poste avrebbe dovuto informare i Comuni interessati a questo nuovo modello ma, a quanto ci hanno riferito gli stessi primi cittadini, nessuno ha comunicato nulla, aumentando il clima di incertezza e di preoccupazione dei cittadini”.

In alcune regioni dove è già partita la riorganizzazione, risultano tantissime criticità soprattutto per l’inadempienza degli accordi sottoscritti. Questo è, secondo il sindacato maggiormente rappresentativo in Poste, il problema più di questa nuova riorganizzazione: “Da sempre la CISL – continua il sindacalista – ha chiesto di rispettare regole e accordi ma spesso questi sono stati disattesi dall’azienda. A questo si aggiungono le eccedenze del personale che si quantificano in questa provincia in quasi 100 risorse e con che alla fine dell’implementazione saranno solo in parte riqualificati agli sportelli degli uffici postali”.

Dunque si preannuncia un vero e proprio tsunami in Poste Italiane e la preoccupazione del sindacato spaventa non poco i lavoratori del recapito.
“Perdere circa 100 posti di lavoro riteniamo eccessivo per una provincia vasta come Foggia. Pretenderemo e vigileremo sull’ applicazione dei contenuti degli accordi per dare responsabilmente qualità del servizio, diritti ai lavoratori e speranza ad una categoria che da sempre crede in Poste Italiane”.

QUORUM PER REFERENDUM NON RAGGIUNTO NEMMENO A BOVINO

Written by Monday, 18 April 2016 10:08

Deludente partecipazione al voto per questo referendum sulle trivellazioni.

Questo è il risultato di Bovino, perfettamente in linea col dato nazionale:

CONSIGLIO COMUNALE A BOVINO IL 24 MARZO 2016

Written by Wednesday, 23 March 2016 07:27

E' stato convocato il Consiglio Comunale di Bovino il 24 Marzo alle ore 10,00 per la discussione di quattro argomenti dei quali uno proposto dal gruppo di Viva Bovino Viva-La mia città, riguardante  il trattato transnazionale T.T.I.P.

E' stata  convocata anche la Commissione Elettorale alle ore 17,00 dello stesso giorno (Giovedì 24 Marzo)  per la nomina degli scrutatori al referendum  sulle trivellazioni del 17 Aprile prossimo.

Qui di seguito  le convocazioni e la proposta WBV sul trattato TTIP:

 

 

BOVINO: IN ARRIVO L’ ACQUA SALATA IN BOLLETTA

Written by Sunday, 06 March 2016 09:07

Dopo le multe di Natale sulla raccolta differenziata continua la distribuzione di doni da parte dell’ Amministrazione Comunale che ci ha riservato per Pasqua una bella “squarcedde” all’ acqua salata: centinaia  di bollette  per i consumi parziali del 2015 e un nuovo grattacapo per la comunicazione al nuovo gestore AQP dei dati catastali dell’ immobile.

Quest’ ultimo rompipalloni potevano risparmiarselo: il Comune e l’ ufficio preposto hanno già tutti i dati delle utenze, degli immobili, dei proprietari e non gli costa nulla passarli direttamente all’ Acquedotto Pugliese !!

Ci pervengono molte proteste ed osservazioni su quest’ ultimo “regalo” dell’ Amministrazione, molti lamentano incongruenze dando sfogo alla propria ira con invettive che non possono dare alcun risultato perché è al momento opportuno che bisogna reagire con tutti i sistemi e mezzi che la democrazia offre !

Di seguito  la lettera di presentazione e di accompagno del regalo pasquale ai Bovinesi e il modello per comunicare i dati catastali :

 

BOVINO: PASCOLO LILIANA ROSSI o PARCO LILIANA ROSSI ?

Written by Monday, 29 February 2016 11:56

Meno di due anni fa, su Facebook (BOW) fu pubblicato un post sul parco Liliana Rossi e riportammo la notizia su questo sito con questa pagina:

Torniamo oggi sullo stesso tema per far conoscere lo stato dei luoghi in cui si trova  questo parco, trasformato praticamente a pascolo con una dissennata strage di alberi che erano stati lì piantati in occasione delle tante “festa dell’ albero” durante le quali le scolaresche di Bovino hanno piantato decine e decine di alberi perché a scuola si insegnava ai ragazzi che l’ albero è vita, l’ albero protegge l’ uomo, l’ albero frena dissesti ed evita le frane !!

 

Una malefica processionaria  ha sbagliato a localizzarsi e anzichè attaccarsi agli alberi, si è attaccata  a cervelli deboli che evidentemente impossessati dal male della processionaria, reagiscono e comandano lo sterminio degli alberi !

Ebbene, senza alcun progetto definito, senza alcuna ragione che possa giustificarne l’ abbattimento, senza che si sia vista  nemmeno l’ ombra di polizia forestale che  vigilasse su questo intervento…il parco è diventato pascolo per capre e pecore!!

Il busto di Liliana, impotente e rassegnato, affida al vento il sibilo di un violino che tristemente suona il  requiem di Verdi per scuotere  col Dies Irae le coscienze dei Bovinesi !!

Le immagini del Parco Liliana Rossi su google, ancora oggi sono queste:

 

 

 

 

 

  .......ma queste sono le immagini attuali:

 

 

Un post sul parco  "LILIANA ROSSI" di Bovino accende la discussione

Ad una domanda di Gino Picheca, questa risposta:

Ciao Gino, intervengo solo per dire che quel parco dovrebbe essere  l’ orgoglio di un quartiere, quello in cui si trova, il rione “Portella”, il più caratteristico del nostro centro storico, il più antico (probabilmente),  il più….più…di tante cose e di tanta storia di Bovino…quello in cui c’è  il “buco di San Marco”…ci sono i resti dell’ “opus reticulatum”…c’è la vista sul “vallo di Bovino”che trasporta la mente al Brigantaggio, quella della via sacra  longobardorum per la Valle del Cervaro….quella che accompagna lo sguardo fino al mare del Golfo di  Manfredonia…a San Giovanni Rotondo, al  Gargano….alla  Posta del Ponte e Stazione Ferroviaria…insomma è lì che ho passato la mia infanzia…un quartiere una volta molto povero ed il più degradato (“lu schuppatoure”), oggi riqualificato e, sicuramente, tra i più ben tenuti.

Per chi non lo sa, quel parco è stato dedicato ad una delle più belle figure della storia Bovinese, non solo… vanto di un popolo che ha sempre combattuto per la difesa dei diritti contro i poteri forti, definendo Liliana Rossi “operatrice di libertà”, giustamente.

 Non è affatto vero che il parco  è stato subito abbandonato, dopo l’ inaugurazione. Le chiavi furono  richieste ed affidate ad un anziano volontario che senza pretese di divise, berretti , fischietti e delibere scritte lo teneva aperto nelle ore in cui gli era possibile vigilare a che non venisse deturpato,  lo ha tenuto  sempre in ordine, fino alla sua dipartita, circa un anno fa. Michele Russo è stato colui che per anni ha falciato l’ erba, ha piantato tantissime rose e fiori e grazie a quella persona, ancora oggi quel parco è fruibile, basterebbe veramente poco per aprirlo e renderlo accessibile a tutti. Ben vengano le richieste di “volontariato” per la tenuta del parco e sembra che il busto di Liliana stia lì proprio per questo  a richiamare l’ attenzione dei passanti.

Per il resto, non voglio accendere polemiche, ma dico: …se la montagna non va da …..

Nardino

 

Un post sul parco "LILIANA ROSSI" di Bovino accende la discussione - See more at: http://www.nardino.it/index.php/component/k2/item/835-un-post-sul-parco-liliana-rossi-di-bovino-accende-la-discussione#sthash.k0AC4K6K.dpuf
Un post sul parco "LILIANA ROSSI" di Bovino accende la discussione - See more at: http://www.nardino.it/index.php/component/k2/item/835-un-post-sul-parco-liliana-rossi-di-bovino-accende-la-discussione#sthash.k0AC4K6K.dpuf

 

BOVINO - Consiglio Comunale convocato per il 25.02.2016

Written by Friday, 19 February 2016 14:44

Si riunirà alle ore 16,30 di Giovedì 25 Febbraio il Consiglio Comunale di Bovino in sessione straordinaria per discutere il seguente ordine del giorno:

E' una notizia che arreca non pochi disagi ai cittadini che trovavano molto comodo l' uso del distributore ATM delle poste. Il perpetrarsi di rapine con scasso in moltissimi Uffici Postali dotati di questi dispositivi, ha indotto l' amministrazione postale a far togliere il danaro da questi distributori nelle ore di chiusura degli uffici medesimi.

Dal quotidiano " L' Immediato" leggiamo:

“La decisione – spiega il presidente regionale del Movimento Consumatori Puglia, Maizzi – è stata assunta in seguito ai reiterati e devastanti atti criminosi avvenuti nell’ultimo periodo sul territorio a danno degli ATM Poste Italiane. Quindi l'azienda ha deciso, solo per il territorio della Puglia e della provincia di Matera, di svuotare dalle banconote e disattivare gli sportelli telematici a servizio dell'utenza nelle ore di chiusura delle filiali. Rendendo così inutilizzabili gli sportelli se gli uffici postali sono chiusi”. Una decisione che, secondo il Movimento Consumatori Puglia, crea discriminazione nei confronti dei cittadini della Puglia e della provincia di Matera, che non potranno fruire dell’indispensabile continuato servizio, così come tutti gli altri cittadini italiani.
“È assurdo – conclude Maizzi – che invece di potenziare e adeguare i sistemi di sorveglianza contro le azioni criminose, si preferisce penalizzare l'utente-consumatore. I cittadini non hanno colpe dell'illegalità diffusa sul territorio. Inoltre tale operazione potrebbe spingere gli utenti ad abbandonare i servizi offerti da Poste Italiane. Se così fosse quali ripercussioni ci sarebbero sul territorio e quanti posti di lavoro sarebbero a rischio?”

E' cambiata la Giunta Comunale di Bovino tra l' indifferenza totale della popolazione, probabilmente a causa della convinzione matematica che con questi rappresentanti, pur cambiando la formula ed alcuni fattori, lo scarso risultato non cambia!

Di questo rimpasto  ne darà notizia il Sindaco in maniera ufficiale durante l' ultimo Consiglio Comunale del 2015  il prossimo 29 Dicembre  alle ore 16,30 per discutere i seguenti accapi all' ordine del giorno:

 

BOVINO - MULTE PER REGALO DI NATALE

Written by Wednesday, 16 December 2015 10:50

La raccolta differenziata dei rifiuti comporta dispiaceri a chi non osserva il Regolamento Comunale. Il Comune di Bovino, non si sa bene perchè, ha fatto elevare i verbali da Vigili esterni, non in pianta organica stabile.

E' sicuro che molti cittadini non abbiano ancora bene interpretato le norme regolamentari ma è altrettanto strano che l' Amministrazione ricorra a forze esterne di controllo, incapace di farlo con i propri mezzi.

La formula degli accertamente è molto discutibile, contestabile e, forse, è questo uno dei i motivi della richiesta di annullamento dei verbali da parte del Consigliere di  Viva Bovino Viva - La mia città in data  odierna, mirante ad ottenere i dovuti chiarimenti sull' esatta interpretazione del Regolamento Comunale ed  evitare inutili e dispendiosi ricorsi da parte dei Cittadini e dell' Amministrazione medesima.

Di seguito l' interrogazione di Lombardi e una copia dei verbali notificati:

 

 

I nostri contatti :)