You are here: HomePoesie dialettaliNewsAPPROFONDIMENTI SULLA STAZIONE UNICA APPALTANTE COL COMUNE DI PANNI CAPOFILA DEI COMUNI DI BOVINO-CANDELA-CELLE S.V.-DELICETO-PANNI-ROCCHETTA S.A.-SANT’ AGATA DI P.

APPROFONDIMENTI SULLA STAZIONE UNICA APPALTANTE COL COMUNE DI PANNI CAPOFILA DEI COMUNI DI BOVINO-CANDELA-CELLE S.V.-DELICETO-PANNI-ROCCHETTA S.A.-SANT’ AGATA DI P. Featured

Published in News Thursday, 23 May 2013 08:35

Sono pervenute molte richieste di approfondimento su quest’ ultimo “regalo” fatto dalla maggioranza guidata da Dedda ,  col supporto pieno dell' ultimo acquisto, la firma della convenzione per la costituzione della stazione unica appaltante, come centrale unica di committenza l’ acquisizione di lavori, servizi e forniture, prevista dall’ art. 33 del D.Lgs.267/2000 e dall’ art.30 del D.Lgs. n. 267 del 18.8.2000 e dall’ art. 33 del D. Lgs. N. 163/2006, per il contrasto ai fenomeni mafiosi (‘ndrangheta-sacra corona unita-cosa nostra etc.etc.), rinunciando alla funzione di Comune capo-fila in un settore, quello dei lavori pubblici, cioè quello più importante intorno al quale gira tutta l’ economia di un territorio. Così, pur avendo disponibilità di strutture (sede attuale del Comune con amplissimi locali, l’ ex sede della Comunità Montana i cui locali, pur se di proprietà regionale,  possono essere fruibili ma stanno in uno stato di abbandono totale…ed altri immobili predisposti e funzionali per lo svolgimento delle funzioni attribuite alla Stazione Unica Appaltante), il Sindaco ha sottoscritto l’ accordo per il riconoscimento di Panni quale comune capo-fila, manifestando quindi la propria volontà di delegittimare il nostro paese da quel ruolo guida svolto fino a pochi anni fa. Né può giustificare questo comportamento la diversa strutturazione degli uffici tecnici dei comuni aderenti  in quanto le figure professionali già esistenti in Bovino sono in numero ben superiore a quelle degli altri paesi!!

C’è una motivazione, forse, ben diversa da tutte le logiche ragionate di questa scelta che pone molteplici interrogativi su questa cosa denominata SUA, quasi come se fosse una cosa appartenente a qualcuno, ben lontana quindi dallo spirito dei decreti per la lotta alla criminalità organizzata.

Per questi motivi terremo alta l’ attenzione su questo atto compiuto all’ ultimo minuto di validità del Consiglio Comunale uscente, adottato senza alcun motivo d’ urgenza per il Comune di Bovino e che riteniamo lesivo di quella centralità  che l’ intero territorio ci ha sempre riconosciuto e che è stata in questo caso alienata a chi ha saputo abilmente intessere una rete dalla quale sarà difficile venirne fuori, se non si decide di cambiare rotta politico-amministrativa e quindi col voto del 26-27 prossimo.

Di seguito gli atti portati in Consiglio per l’ approvazione della convenzione SUA,  ai quali hanno votato contro i consiglieri di opposizione  Lombardi, D’Alessandro e Di Pasquale:

Last modified on Saturday, 25 May 2013 07:52

I nostri contatti :)