You are here: HomeLibri e documenti bovinesiCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (142)

 Si riunirà il 28 Aprile, alle ore 9,30 il Consiglio Comunale di Bovino per discutere il seguente ordine del giorno, salvo argomenti aggiuntivi dell' ultima ora:

BOVINO: SI DISCUTONO TRE NUOVI REGOLAMENTI

Written by Thursday, 17 April 2014 06:12

E’ stata convocata per oggi pomeriggio  la riunione dei capigruppo consiliari  per l’ esame delle bozze di regolamenti disciplinanti l’ utilizzo di  volontari pensionati e la gestione dell’ asilo nido comunale oltre che per l’ esame di proposte per la stesura di regolamenti disciplinanti la nuova imposta unica comunale.

Questo è l’ avviso di convocazione:

Siamo veramente nel paese dei balocchi ed il proverbiale detto "...per dispetto di mia moglie..etc." .

Davvero ridicola è la risoluzione trovata ad un progetto assurdo d’ illuminazione su Corso Vittorio Emanuele. E’ stata, infatti,  realizzata per metà  la nuova illuminazione  e si sono accorti che ( ahimè!)  i pali installati illuminavano proprio le sommità degli alberi secolari  che , a loro volta, causavano una lunga zona d’ ombra, dimostrando così l’inutilità di quel sistema d’ illuminazione. Senza pensarci troppo e senza far fumare i cervelli, è arrivata tempestivamente la soluzione: si  è eliminata una certa quantità di alberi e per quest’ anno si ridimensionano drasticamente quelli rimanenti con una potatura mai vista!! Il risultato è veramente penoso, i commenti impazzano in ogni direzione, mentre i creduloni ammanigliati vanno nascondendosi per la vergogna !!

Di seguito due significativi commenti tra i tantissimi pervenuti:

Da Deliceto:

Le recenti vicissitudini che hanno interessato il Corso principale di Bovino, dalle installazioni dei "sarcofaghi" (panchine, termine inappropriato) alla potatura drastica degli elci  "spennacchiati" forse da mani inesperte, creano anche in noi forestieri (Deliceto) motivo di apprensione e di disgusto. Comprendo che questa mia potrebbe sembrare come "il ficcar il naso in cose altrui", ma l'attuale amministrazione dovrebbe porre un po' d'attenzione nella realizzazione di opere che, proprio all'ingresso del paese, guasterebbe quell'immagine di "uno dei borghi più belli d'Italia". Aver conquistato questo riconoscimento non significa che poi si è liberi di fare come si crede. Grazie dell'attenzione. Cordiali saluti. Luigi Petrella.

 

Da Toronto:

Stamattina osservando sul sito  quelle foto degli alberi su corso Vittorio Emanuele , mi e` sembrato di vedere un plotone di soldati caduti sul campo di battaglia. (Che` pecchete ! ) Se ritornasse la buon'anima di Grilletto dall' aldilà`, farebbe sicuro ribellare Bovino. Non so` qual'e` il motivo di quella rasatura a quegli alberi, se e` dovuto ad infestazione di parassiti, o altri motivi, il fatto e`, che il corso perde un panorama storico.
Un caro saluto.
Tony Russo

Prima il taglio radicale di alcuni alberi centenari….ora la potatura a raso !!!...

 

….e se stessero sbagliando potatura…chi darebbe il bell’ aspetto che ha avuto in tantissimi anni il Corso Vittorio Emanuele?..

... Dall’ aldilà anche i Re d’ Italia si ribellano....

.....prima di tutti Vittorio Emanuele per il taglio “alla Umberto” per l' emulazione dell’ altro Re d’ Italia, Umberto 1°…

Speriamo che il Corpo Forestale dello Stato garantisca le regolari procedure per la salvaguardia e la tutela di quegli alberi tanto amati da coloro che con la bocca aperta verso il cielo...stanno a guardare !!

 

 

 

 

CONTRIBUTI AGLI INQUILINI BISOGNOSI - BANDO

Written by Wednesday, 29 January 2014 07:56

Il Patronato Acli ci informa che è  stato pubblicato dal Comune di Bovino  il bando per l' assegnazione di contributi di sostegno agli inquilini bisognosi.

Questi sono i termini  e l' elenco della documentazione da presentare; chi ha difficoltà nella compilazione può rivolgersi direttamente al Comune o ai Patronati operanti sul territorio:

Prepariamoci ad un' altro periodo di grosse difficoltà per la circolazione stradale a Bovino. E' stata emessa l' ordinanza di chiusura al traffico di Via Castello dal 27 Gennaio 2014 al 20 Febbraio 2014 per il rifacimento della rete fognaria, con conseguente decisione di circolazione a doppio senso sul Corso Vittorio Emanuele, per lo stesso periodo.

Il punto interrogativo al titolo di quest' articolo è d' obbligo in quanto siamo certi della data d' inizio dei lavori perchè evidentemente ci sono i soldi, non si è altrettanto certi della chiusura perchè già quelli che fanno parte dello stesso progetto ( Corso Vittorio Emanuele) sarebbero dovuti terminare nel mese di Luglio del 2013, mentre sono tutt' ora in "corso" e  si vocifera che non saranno terminati a breve per questioni di fondi....

La gente mormora perchè "..la cera si consuma e la processione non cammina !!"

Questa è l' ordinanza a firma dei Responsabili:

Le malelingue del paese dicono che la conferenza è stata fatta saltare dall' Amministrazione per sfuggire alle centinaia di proteste per le cartelle della Tares, arrivate in questi due ultimi giorni, di cui la prima rata scade proprio oggi. Cartelle, peraltro, difficili da comprendere perchè non contengono riferimenti a tipo di tassa da pagare, con errori sul numero dei componenti il nucleo abitativo, con cifre in più ed in meno senza senso ma che di "bello" hanno l' invito a pagare entro i termini di scadenza !! E' anche questo un ulteriore regalo dell' Amministrazione scelta e votata dalla stessa cittadinanza che adesso non sa a che Santo pregare per il guaio che si ritrova, senza nemmeno più interlocutori ai quali chiedere spiegazioni: gli assessori e consiglieri sfuggono e sono introvabili , gli impiegati hanno poco tempo a disposizione per discutere ogni singola pratica perchè gli orari stabiliti per l' accesso al pubblico sono ridottissimi ed un responsabile di settore che per evitare contatti diretti con l' utenza si è fatto autorizzare a compiere servizio a scavalco in altro Comune della Provincia, ed un falso vigile alle porte degli uffici per regolamentare gli accessi !! Le difficolotà si ribaltano, di conseguenza, anche su altri uffici (Poste e Banche) che arrancano per l' incasso di cifre inaspettate dai risparmiatori i quali devono attingere dai risparmi con operazioni molto lunghe agli sportelli !! Si prevede adesso qualche intervento ammaliatore per calmare gli animi ma,  oramai, il dado è tratto, il regolamento Tares c'è ed è stato approvato a maggioranza col solo voto contrario del consigliere Lombardi (vedi delibera)che aveva già preannunciato le cattive conseguenze dei provvedimenti sull' IMU e sulla Tares.

Ma che avviso è questo scritto a mano, senza una firma riconoscibile e, come al solito, affisso in luoghi non idonei per le pubbliche affissioni, compreso in quella bacheca bene in vista sul Corso Vittorio Emanuele, mal ridotta e sudicia in cui si riflette un paese disordinato ed abbandonato a se stesso?

Praticamente eravamo pronti per la conferenza sull' ordine pubblico ma, come dicevamo sulla precedente pagina web, dobbiamo ancora una volta subire e riflettere sul disordine pubblico-amministrativo del paese !!

A fondo pagina  è possibile scaricare il Regolamento della Tares di Bovino

Giovedì sera alle 18,00 ci sarà questo incontro pubblico tra la popolazione di Bovino e le forze dell' ordine per parlare di prevenzione ed informazione sull' ordine pubblico.

Sarà l' occasione buona per parlare finalmente del disordine pubblico di questo paese?

 

 

....c' era una volta il Centro Storico di Bovino .... ma ora "the business are business", gli affari sono affari e la filantropia è lo strumento di chi vuole cambiare il paese !!

A che serve fare opposizione, a cosa serve fare una Consulta per il Centro Storico, perchè costituire un  Comitato per il Centro Storico, a cosa serve  l' Archeoclub e altre Associazioni che promuovono il territorio....cosa serve un Piano di Recupero quando una maggioranza fa e disfa come meglio gli pare per finalità che distruggono la Storia di un popolo e di un paese?

Con la delibera del Consiglio Comunale del 31 Ottobre u.s., è stato modificato l' art. 47 del Piano di Recupero:

 

 

Bovino: L’ indifferenza che uccide…..

Written by Tuesday, 22 October 2013 17:18

Sarà che non fa più scalpore ciò che non riguarda più direttamente l’ essere umano, ma non si può  non dispiacersi della soppressione di un qualsiasi animale o anche di un albero che da decenni  ha abbellito ed arredato il nostro paese.  Assistiamo sempre più spesso ormai all’ abbattimento di alberi nei punti più belli del paese magari con la giustificazione della sicurezza stradale (vedi via Alcide De Gasperi ) o per dei rischi inventati (Vedi Via della Repubblica) ma che in realtà soddisfano desideri celati da anni da parte di privati che finalmente trovano l’ amministratore di turno accondiscendente che con fare da primario oncologo da macello ordina gli interventi di  abbattimento.  E’ accaduto stamani su Corso Vittorio Emanuele che,  a sorpresa di tutti, è arrivata la squadra del verde, comandata dall’ Assessore al “ramo” (da tagliare) che ha disposto l’ abbattimento di uno di quegli alberi laterali che, rispetto ad altri, francamente, non mostrava segnali  di pericolo imminente, con una vegetazione tutt’ ora   fiorente  alla pari degli altri alberi immediatamente vicini.

Sarà presto, dicono, sostituito da un altro albero più giovane,  del quale già si nutrono dubbi sulla sopravvivenza, visti i vuoti che interrompono la continuità dell’ altra fila di alberi collaterali, appositamente non fatti più crescere perché adombravano la visuale di alcuni interessati.

I nostri contatti :)