You are here: HomeLibri e documenti bovinesiNews

News (381)

Lellentesque elit justo, dictum at facilisis nec, aliquam dignissim lectus. Donec gravida dolor in tortor convallis mollis. Donec vel risus ut turpis viverra faucibus. Aenean viverra quam sed nunc consequat vitae aliquam nisl eleifend. Praesent eros nisi, fringilla sed hendrerit nec.

Arte Cultura e Spettacoli (44)

Maecenas ligula velit, pharetra ut sagittis at, malesuada eget elit. Nunc auctor tellus et neque blandit at convallis justo commodo. Duis ornare velit eget ligula sagittis at feugiat magna accumsan. Nulla feugiat, mauris non ullamcorper accumsan, dui lectus interdum lectus, nec condimentum id velit.

POETI BOVINESI : CARMINE SANTORO

POETI BOVINESI : CARMINE SANTORO

La poesia fuori tempo di Carmine Santoro:   Se …piove   Pioggia di sette ...

MORE

I risultati del referendum a Bovino danno ragione al NO, per cui la riforma proposta dal Governo Renzi e dalla sua accozzaglia di maggioranza (Verdini-Alfano, camaleonti opportunisti e saltimbanchi della politica nazionale), è stata bocciata!.

Qui nel nostro piccolo paese il risultato non era affatto scontato visto che l' unica manifestazione-dibattito sulle ragioni del NO è stata organizzata dai Consiglieri Comunali Russo e Lombardi dell' opposizione, mentre i favorevoli al Si non hanno avuto nemmeno il coraggio di esporsi. Gli unici manifesti di propaganda per il No sono stati quelli del Movimento 5 Stelle e di Rifondazione Comunista.

C'è da sottolineare con soddisfazione che, finalmente, non c'è stata quella disgustosa solita scena degli "acchiappavoti" nelle immediate vicinanze dei seggi, lì dove i soliti galopponi della vita politica locale importunano, oltre i limiti della legalità, fino all' ultimo passo le persone che si recano ad esprimere il  voto, riempendoli di chiacchiere, promesse, fac-simile di schede e persino minacce.  Finalmente le strade erano libere da quei loschi ceffi e non c'è stato quel via-vai di macchine accompagnatrici di vecchi e invalidi i quali in questa occasione hanno chiesto di essere accompagnati a votare dai familiari più stretti.Insomma i Bovinesi hanno dato democraticamente il loro contributo alla bocciatura di questa pericolosa riforma della Costituzione Italiana.

Il responso delle 652 sezioni dei 61 comuni della provincia di Foggia, non lascia spazio ad interpretazione alcuna. Ad eccezione della sola Rignano Garganico, la Capitanata ha bocciato la riforma costituzionale di Matteo Renzi con il 65,42%. 188.164 i no, sotto i 100mila i ‘sì’. Cinquecentoventuno le schede bianche, ben 1.748 le nulle e 14 quelle non assegnate.

Questi i risultati della nostra Città, presi dal quotidiano Foggiatoday:

 

 

 

 

E' lo stesso regista bovinese (Francesco Colangelo) a darci la lieta notizia che ci riempie d' orgoglio:

  ... è con enorme felicità che annuncio che il mio nuovo cortometraggio GIOCHI DI RUOLO, interpretato da Valeria Solarino e da Andrea Napoleoni,  prodotto da Inthelfilm di Giampietro Preziosa e Marco Puccioni e da Blue Door Production di Nicola di Tullio,  è in concorso ufficiale al prestigiosissimo premio Italiano "David di Donatello" 2017.

 

 GIOCHI DI RUOLO

Regia: Francesco Colangelo
Sceneggiatura: Francesco Colangelo
Fotografia: Beppe Gallo
Musica: The Niro (Davide Combusti)
Montaggio: Marco Spoletini
Interpreti: Valeria Solarino, Andrea Napoleoni
Produttori: Nicola Di Tullio, Andrea Preziosa
Produzione: Blue Door Production, Inthelfilm srl., Francesco Colangelo
Durata: 11’- Italia, col., Full HD, 2015

In bocca al lupo, Francesco .... siamo tutti con te !!!

 

BOVINO - REFERENDUM COSTITUZIONALE - NO SALA CONSILIARE

Written by Saturday, 05 November 2016 07:00

Per dovere d' informazione si rende pubblica la risposta del Comune ad una richiesta di due Consiglieri Comunali per un incontro pubblico nella Sala Consiliare del Comune di Bovino, allo scopo di informare la cittadinanza in merito al Referendum costituzionale del 4.12.2016.

http://www.nardino.it/images/ELEZIONI/REFERENDUMCOSTITUZIONALE2016/Referendum%20NO%20sala%20consiliare%20001.jpg

La risposta:

 

http://www.nardino.it/images/ELEZIONI/REFERENDUMCOSTITUZIONALE2016/Referendum%20NO%20sala%20consiliare.jpg

È del quotidiano "L'Immediato" la notizia  di 5 mln d’investimento complessivo per un appalto di durata triennale – il cui esito è stato pubblicato da Anas sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, riguardante i lavori di manutenzione delle pavimentazioni e della relativa segnaletica orizzontale lungo alcune strade statali in provincia di Foggia. L’appalto – che rientra in un piu’ ampio programma di manutenzione sulle pavimentazioni della rete stradale Anas in Puglia, per un valore complessivo di oltre 36 milioni di euro – permetterà l’esecuzione di lavori che contribuiranno a migliorare notevolmente gli standard di sicurezza e riguarda: la strada statale 17/Var “Variante di Volturara”, la strada statale 17 “dell`Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitico”, la strada statale 692 “Tangenziale Ovest di Lucera”, la strada statale 655 “Bradanica”, la strada statale 90 “delle Puglie”, le strade statali 673 “Tangenziale di Foggia” e 673/dir “Tangenziale est di Foggia”, la strada statale 16 “Adriatica”, la strada statale 272 “di San Giovanni Rotondo”, la strada statale 89/dir B “Garganica”, la strada statale 688 “di Mattinata”, la strada statale 89 “Garganica” e la strada statale 693 “dei Laghi di Lesina e Varano”. I lavori sono stati aggiudicati all’impresa Co.Ge.Stra. S.r.l., con sede in Villa Literno (Ce). Gli interventi rientrano nel progetto Anas ‘#bastabuche’ e saranno attivati mediante la procedura di Accordo Quadro, che garantisce la possibilità di eseguire i lavori con rapidità e ad un prezzo favorevole nel momento in cui si manifesta il bisogno, consentendo quindi risparmi di tempo e risorse e una maggiore efficienza.

I fratelli Santoro posano per la fotografia,  felici di essere stati presenti ed aver collaborato insieme ad altri amici alla prima dello spettacolo  organizzato a Deliceto dal Centro Diurno Arcobaleno.

Folta la partecipazione del pubblico per una commedia dal titolo "Clinica Ultramoderna", scritta da Mattia Iossa, che speriamo possa fare il giro dei paesi del territorio. Essenziale la compartecipazione dell' Associazione Teatrale Tanino e l' assistenza da parte di tutta la struttura di Psicologia Territoriale e Riabilitazione di Deliceto, oltre, naturalmente il Patrocinio del Comune di Deliceto.

 

..dopo una lunga e sofferta pausa….” sembra uno dei tanti necrologi di cui è pieno il paese. Invece è l’ inizio di un manifesto grande a firma del  Generale Direttore e dal Presidente della Società o Associazione plurisponsorizzata dal Comune, dal Centro Sportivo Italiano, dal Coni, dal Milanclub etc. etc.

Il titolone del manifesto è: TORNA IL CALCIO A BOVINO e tra le righe si dà un “grazie alla disponibilità del nuovo campo sportivo” . A questo proposito, il collaboratore del sito che ci ha inviato la foto del manifesto ci ha chiesto di ricordare che per fare così nuovo il campo c’è voluto un decennio e non si sa bene quanti soldi sia costato affinché diventasse uno dei campi più moderni e belli del territorio (sic!).

 Chi sarà attratto dalla curiosità di vedere questo campo di calcio nuovissimo ed all’ avanguardia non troverà  il bel manto erboso, né la terra battuta tradizionale e nemmeno quello verde sintetico perché, invece, vedrà un campo molto scuro, con un fondo non del tutto omogeneo e di un materiale incognito, simile a sabbia vulcanica  o scarti di catrame. Un paio di mesi fa, si dice che in giornate  molto ventilate chi stendeva i panni ad asciugare alle finestre ed ai balconi nei dintorni era costretto a ritirarli per evitare che si stendesse su di essi un velo di grigio.

Si sperava che, almeno, non nascesse più erbaccia su quel campo oscuro ma, ahimé!, i “marasciune” dispettosi ed irriverenti hanno cominciato l’ assalto, per cui si è dovuto ricorrere a un po’ di antiparassitario per non sfigurare prima dell’ inaugurazione ufficiale. 

Ma, al di là di questi commenti che lasciano il tempo che trovano, resta il fatto che a Bovino  c’è, comunque, questa Società o Associazione di cui hanno dimenticato di scrivere il nome sul manifesto, che viene definita “nostra”,  che aggrega i più giovani nella disciplina sportiva e questo motivo, sì, va molto, molto incoraggiato e sostenuto:

COPERTINA DI ELCE PER IL REGISTA FRANCESCO COLANGELO

Written by Monday, 10 October 2016 06:59

Non è da tutti conquistare  la prima pagina di copertina, solitamente riservata alla notizia più importante , a un fatto di cronaca, di politica, evento del giorno,  della settimana o del mese, a seconda della cadenza di pubblicazione della rivista. Questa volta, il giornale Elce mette in copertina del suo numero  111, un fatto culturale di notevole importanza  per la partecipazione del regista bovinese Francesco Colangelo all’ importantissimo “Giffoni Film Festival 2016”, con questa intervista al regista:

 

Quest'anno, il quattro dicembre,
ci sarà l'usanza, per il popolo italiano,
di votare il referendum.
Ognuno l'adda fà chesta crianza,
ognuno adda tené chistu penziero.
Quest'anno, in questo giorno,
di importante ricorrenza,
anch'io ci andrò, per sbarrare il NO
con impavida veemenza.
Cert stu vot é diventat 'navventura.
Madonna! Si ce penzo, e che bruttura!
Ma anima e coraggio,
alla faccia di chi ci narra di un tragico presagio.
'O fatto è chisto, statemi a sentire.
Guardavo tomo tomo, il mio televisore,
buttando un occhio a qualche trasmissione.
"Qui si rischia l'involuzione e di buttar per
l'aria i veri cambiamenti",
gridava il Presidente,
bello spaparanzat, ncopp a na pultron,
di una delle reti preminenti.
Che assurdità! 'Ncapo a me penzavo.
Chissà si all'atu munno,
chi ha scritt a Costituzione,
se sta turcenn a panz ed ogni articolazione.
Mentre fantasticavo stu penziero,
s'era ggià fatta quase mezanotte,
e pront me cuccaie, ca sveglia ncopp e l'otte.
Tutto a 'nu tratto, che veco 'a dint o scur?
Doje ombre avvicenarse 'a parte mia.
Penzaje: stu fatto a me mme pare strano,
stongo scetato, dormo, o è fantasia?
Ate che fantasia, eran duie padri e
l'assemblea costituente, Alcide e Benedetto.
Int 'a stu fatto i' nun ce veco chiaro,
cu tanta governant,
venen addu me ca nun cont neint.
Putevano sta' 'a me quase 'nu palmo,
quanno 'Alcide me sussurr:
"Giovanotto non ti meravigliare della
nostra presenza, se siamo qua e perché
si é passata l'indecenza".
E' vero, proseguí Benedetto,
quello che é stato fatto?
E' chi l'avrebbe detto.
Ma o vulit capí co problem e stu paese
nun é a Costituzione,
ma più semplicemente o ntrallazz e a corruzione.
A Costituzione é na cosa seria.
Perciò, sentit a nuie, nun facit assaie e restiv,
sta riform, nun é chell ca c'è vò,
sti pagliacciate lasciammel e Si ,
nuje simmo serie, appartenimmo o NO!"

 

Autore: Umberto Truglio

 

S.S.BOVINO ORGANIZZA IL CAMPIONATO DI CALCIO INVERNALE

Written by Saturday, 24 September 2016 10:25

Dal periodico ELCE:

I nostri contatti :)