You are here: HomeLibri e documenti bovinesiNews

News (370)

Lellentesque elit justo, dictum at facilisis nec, aliquam dignissim lectus. Donec gravida dolor in tortor convallis mollis. Donec vel risus ut turpis viverra faucibus. Aenean viverra quam sed nunc consequat vitae aliquam nisl eleifend. Praesent eros nisi, fringilla sed hendrerit nec.

Arte Cultura e Spettacoli (42)

Maecenas ligula velit, pharetra ut sagittis at, malesuada eget elit. Nunc auctor tellus et neque blandit at convallis justo commodo. Duis ornare velit eget ligula sagittis at feugiat magna accumsan. Nulla feugiat, mauris non ullamcorper accumsan, dui lectus interdum lectus, nec condimentum id velit.

CONCORSO POESIA DIALETTALE BOVINESE 2017

CONCORSO POESIA DIALETTALE BOVINESE 2017

     Quest' anno l' assenza di prestigiose firme di autori che per molti anni ha ...

MORE

Da lunedi' prossimo sara' attivo l'embargo francese su una moltitudine di prodotti agricoli pugliesi usando strumentalmente il problema xilella.

...Io da oggi non compro Made in France: non compriamo profumi, formaggi, borse, abbigliamento e tutto quello che viene prodotto in Francia dopo l'embargo con cui il ministero dell'agricoltura francese ha vietato l'importazione di quasi tutti i prodotti agricoli pugliesi !.

Diffondi più che puoi questo messaggio per aiutare la Puglia

 

I Monti Dauni sul piede di guerra?

L' arteria collega i Monti Dauni settentrionali con quelli meridionali. Deviazione di 20 km inciderà sui tempi e sui costi, di comuni e lavoratori

---------------------------------------------------------------------------

Questo è l' articolo di Foggia Today:

Un errore in fase di progettazione da parte di Ferrovie dello Stato. Questo il motivo cui si lega l’oramai imminente chiusura della strada provinciale 106 (Giardinetto-Palazzo D’Ascoli). Un’arteria che collega i Monti Dauni settentrionali con quelli meridionali; importante anche per la vicinanza con l’autostrada Bari/Napoli.

La SP 106 sarà chiusa per mesi (quasi un anno), per i lavori che verranno realizzati per le Ferrovie dello Stato, a causa della mancata previsione di una bretella che consenta il passaggio provvisorio. Una disattenzione progettuale e lacuna infrastrutturale che costringerà coloro che la percorrono quotidianamente (lavoratori, operatori commerciali, imprenditori agricoli e coltivatori diretti che si recano ogni giorno con i loro mezzi nei fondi) ad una deviazione di circa 20 km, che ripetuta tutti i giorni, per più volte, diventa considerevole in termini di denaro e consumi.

Un improponibile “allungo” che inciderà negativamente su un territorio già messo alla frusta dalla crisi e, di conseguenza, sulle attività artigianali e commerciali di quanti avevano investito i propri risparmi in loco. Una deviazione che, inoltre, comporterà una notevole aggravio di spesa per i comuni della parte settentrionale dei Monti Dauni, costretti a smaltire i propri rifiuti nell’unica discarica presente a Deliceto.

Così l’avvocato e sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri: “Mi chiedo come sia possibile che per un errore, una svista inimmaginabile dal punto di vista progettuale, si debba far patire un tale disagio? Mi rammarica e mi rattrista ulteriormente che di un simile intervento di chiusura nessuno mi abbia informato o chiesto pareri a livello istituzionale. Sono stanco di dover continuare a vedere il mio territorio subire tali affronti”.

 

Il disinteresse delle amministrazioni per le strade che fiancheggiano la linea ferroviaria, ormai completamente distrutte e rese impraticabili dai mezzi che hanno eseguito i lavori per le ferrovie, scoraggia chi, come me, ha scelto di investire  e creare posti di lavoro in una zona come questa, poco appetibile per l'imprenditoria locale. Per quanto appena descritto, viene spontaneo prendere in prestito il claim di un politico che sta diffondendo in questi giorni il suo slogan e dire che "Io non sono dei Monti Dauni" afferma la titolare dell’agriturismo Tenuta Capaccio.

"PROMISELAND" è  il titolo dato al cortometraggio che si sta girando in questi giorni a Bovino.

Teleradioerre ha già fatto numerosi articoli su quest' avvenimento e qui riportiamo quello del 9 Aprile scorso:

A Bovino le riprese dell´ultimo corto di Francesco Colangelo con Valeria Solarino

BOVINO, 09/04/2015 21:54:07 di Redazione Teleradioerre

 

Bovino borgo dei borghi di Puglia, bandiera arancione, meta preferita per vacanze slow e culturali. E da qualche anno anche punto di riferimento per registi, attori e filmmakers che scelgono il borgo dei Monti Dauni per girare film e cortometraggi, come "Promiseland" prodotto da Giampietro Preziosa e Marco Puccioni con la regia di Francesco Colangelo. Da alcuni giorni le viuzze e le piazze del centro storico di Bovino sono il quartier generale del cast cinematografico Inthefilm che sta realizzando in collaborazione con la Regione Puglia e la rete dei GAL pugliesi (Meridaunia capofila del progetto Pugliesi nel Mondo) , un cortometraggio da presentare al prossimo Festival del Cinema di Vieste.  Tra gli attori protagonisti del corto, Valeria Solarino, Giulia Michelini e Massimo Frateschi. Solarino interpreta Julia Russo, una ragazza di origini italiane che vive a Londra dall'infanzia, abita in una casa in affitto e ha un lavoro sicuro, come impiegata. Ogni giorno fa la sua pausa-pranzo mangiando un sandwich o un’insalata seduta ad una panchina o su un muretto, quando il grigio londinese fa passare qualche timido, tiepido raggio di sole. A fine lavoro, Julia va a prendere suo figlio Rocco all’uscita da scuola. Rocco è un ragazzino taciturno ed introverso, forse a causa della mancanza della figura paterna. Julia infatti è una madre single. Rocco soffre di problemi respiratori: una forma d’asma dovuta alle polveri presenti in città. Julia, spinta dall’amore e dalla preoccupazione per la salute del suo bambino, decide di tornare nel paese in cui è nata e dove ha trascorso l’infanzia: la Puglia. Julia, insieme al suo piccolo Rocco, attraverso le informazioni e le foto dei genitori e dei nonni ritrovate in soffitta, intraprende un viaggio alla scoperta di quei luoghi della Capitanata rurale che avevano spinto il nonno a cercare fortuna lontano, che ora non esistono più ma hanno lasciato il posto ad una regione bellissima, organizzata, efficiente e proiettata nel futuro.    "Il cortometraggio - afferma Colangelo -  farà riscoprire alle nuove generazioni delle comunità di pugliesi emigrati all’estero la madre patria dei propri nonni attraverso un linguaggio e un’estetica accattivante, raccontando una Puglia contemporanea e incantevole".  Il film tocca l’importante tema del ritorno alle origini, e promuove il territorio con il valido apporto di Apulia Film Commisison.  

CALLAS IN JAZZ: un inedito incontro tra lirica e jazz

Written by Monday, 23 March 2015 07:57


 Questo concerto-spettacolo di giovedì 30 aprile a Foggia, è l'espressione artistica più consona per celebrare quest'importante avvenimento mondiale e omaggiare con la Callas il nostro più illustre concittadino, UMBERTO GIORDANO - Compositore, del quale l'Opera Jazz Orchestra, diretta dal maestro Agostino Ruscillo, eseguirà due suoi importanti componimenti celebri in tutto il mondo: la "Mamma morta" tratta dall'Andrea Chénier e "L'Intermezzo di Fedora"

"Callas in Jazz" non è un semplice omaggio alla grandiosità di quest’artista, alle meravigliose melodie che la sua voce ha fatto brillare di luce nuova: è un nuovo e diverso punto di vista dello strumento Maria Callas. Ed è proprio uno strumento, la tromba (e con essa il flicorno sopranino in mib e il flicorno soprano in sib) del maestro Leonardo Lozupone che con straordinaria abilità espressiva interpreta la divina.
Lo spettacolo si caratterizza per l’interessante contaminazione del linguaggio lirico con quello jazz e viceversa, grazie agli originali arrangiamenti di Silvano Mastromatteo, che nel recente passato si è cimentato con uno straordinario "Requiem in jazz". L’inedito incontro tra jazz e lirica è dunque palesato dalla splendida voce di Mara De Mutiis.
L’obiettivo dello spettacolo è quello di valorizzare uno degli strumenti solistici per eccellenza dell’antica tradizione bandistica pugliese, il flicorno, che si contamina e si giustappone alla voce, passando dallo stile originale classico all’arrangiamento di stampo afroamericano, con le sue continue improvvisazioni, creando una nuova visione sonora.

Anche Foggia, quindi,  partecipa alla quarta edizione dell’International Jazz Day promossa dall’UNESCO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) che proprio nel 2015 compie 70 anni dalla sua fondazione.

OPERA JAZZ ORCHESTRA
voce narrante Ugo Sbisà
voce solista Mara De Mutiis
tromba e flicorni Leonardo Lozupone
arrangiamenti originali di Silvano Mastromatteo
concertatore e direttore Agostino Ruscillo.

*********************************
INGRESSO A PAGAMENTO
Biglietti in vendita online su BOOKINGSHOW.IT
oppure direttamente nei punti vendita.

Con la partecipazione di:
-- Studio dentistico dr.ssa Anna Rendinella - Via Vincenzo Capozzi n. 69A - Foggia
-- Agenzia Generale InLinea - HDI Assicurazioni - di Stefania Ficarelli - Via Mandara 48C - Foggia

E' il grido d'allarme per quanto sta accadendo e, peggio, per quello che potrà accadere a breve, a questo insostituibile presidio e a questa fonte di cultura e di servizi per la comunità di Capitanata e pugliese che è la Biblioteca Provinciale di Foggia.

La Biblioteca provinciale di Foggia non deve essere rottamata !!


Scritto, girato e montato dai Bibliotecari della Magna Capitana, questo video presenta il patrimonio e i servizi della Biblioteca provinciale di Foggia, in un momento di grave difficoltà economica e istituzionale dovuta alla riforma introdotta dalla legge Delrio (n. 56 del 7 aprile 2014), che elimina la cultura dalle competenze delle Province, e alla mancata legge di riordino delle funzioni spettante alla Regione Puglia. Difendi la tua biblioteca, firma la petizione on-line: http://www.bibliotecaprovinciale.fogg...

A duemila anni dalla sua morte la figura di Augusto rimane ben salda nel novero ristretto delle personalità titaniche della storia universale e l'età augustea resta indissolubilmente legata al momento di massimo splendore di Roma antica. Apparso improvvisamente sulla scena politica romana dopo la morte di Cesare, Augusto ne divenne protagonista egemonico per oltre 40 anni, dopo una serie di metamorfosi che lo trasformarono prima da ragazzo perbene a rivoluzionario assetato di sangue e vendetta; poi a costruttore di pace e fondatore dell'Impero nel solco dell'autocrazia del padre adottivo Cesare, resa ora accettabile dalla forza della sua ideologia e dalla potenza delle sue realizzazioni. Assumendo il singolare appellativo di Principe, Augusto seppe peraltro diffondere l'idea di avere ristabilito l'antica Repubblica, suggerendo una linea di continuità con le gloriose istituzioni che avevano condotto Roma a creare il più grande Impero dell'antichità basandolo sui principi fondamentali della democrazia e della libertà.

-------------------------------------------------------------------------------

La presentazione del libro  avverrà Domenica 22 Marzo 2015 alle ore 17,30 al Museo Civico di Bovino.    L' Archeoclub invita la cittadinanza a partecipare all' incontro con l' autore Roberto Toppetta.

FOGGIA,

17/03/2015 17:19:26 di Redazione TELERADIOERRE


Marco Nicastro  è stato riconfermato alla presidenza della Federazione nazionale Pomodoro da industria di Confagricoltura nazionale. Nicastro, imprenditore di Bovino (Fg), titolare di un’azienda orticola di circa 70 ettari  in agro di San Severo è Presidente dell’OP Mediterraneo,  diventata in soli due anni una delle realtà più importanti del territorio per la produzione e la trasformazione degli ortaggi.

“Sono onorato di poter continuare a ricoprire questa carica e lusingato per la fiducia riposta in me da tutti i componenti della Federazione - ha affermato Marco Nicastro -. In un momento così complesso per l’economia del Paese, e in particolar modo per il settore agricolo, la priorità, stabilita insieme alla Federazione, è di ridare marginalità all’attività dei nostri produttori. Per fare questo occorre garantire un prezzo remunerativo agli imprenditori agricoli per tutte le tipologie di pomodoro, in modo da garantire le peculiarità del prodotto nei diversi areali e, se questo non sarà possibile, non ho timore di ribadire quanto più volte consigliato nel passato, ovvero di investire in colture alternative”. “Il pomodoro è considerato uno dei simboli indiscussi del Made in Italy - ha concluso il rappresentante di Confagricoltura – e questo penso sia l’anno giusto, considerata l’opportunità offerta da Expo, per promuovere e valorizzare filiere certificate del pomodoro “italiano” come eccellenza nel mondo”.

 

PREMIO LUPO 2015

Written by Thursday, 12 March 2015 11:07

E' partita la organizzazione del Premio Lupo di quest' anno con la pubblicazione dei due manifesti e regolamento:

"PREMIO LUPO"

CONCORSO LETTERARIO PER RACCONTI INEDITI

BANDO VIII EDIZIONE – ANNO 2015

Art. 1 – Soggetti organizzatori e sostenitori

L’Amministrazione Comunale di Roseto Valfortore, con il partenariato dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e

Spettacolo della Regione Puglia e dei Comuni di Alberona, Castelluccio Valmaggiore, Faeto, Motta Montecorvino,

Pietramontecorvino e Volturino, nonché con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Foggia e di numerose

Associazioni e Enti no-profit, promuove il concorso letterario "Premio Lupo" – VIII edizione anno 2015.

Il concorso è riservato a racconti brevi e inediti scritti in lingua italiana.

Il concorso, nelle sezioni indicate al successivo art. 2, è rivolto a tutti.

La partecipazione al concorso è individuale e ciascun concorrente potrà presentare una sola opera.

Art. 2-Partecipanti

II Concorso è suddiviso in due sezioni per fasce di età:

ü prima fascia: 14 -18 anni sezione adolescenti;

ü seconda fascia: superiore ai 18 anni sezione adulti.

L’appartenenza alle sezioni è determinata con la data di scadenza del bando.

Art. 3 - Premi

La dotazione dei premi è così ripartita:

sezione adulti:

Ø al primo classificato euro 1.000,00

Ø al secondo classificato euro 400,00

Ø al terzo classificato euro 250,00

sezione adolescenti:

Ø primo classificato Notebook;

Ø secondo classificato Tablet;

Ø terzo classificato iPod.

Inoltre, l’ottava edizione del concorso, prevede l’assegnazione di due premi speciali:

Ø premio di euro 200,00, al racconto che meglio avrà rappresentato, nella narrazione, la storia e le tradizioni dei

Monti Dauni. Il premio può essere cumulativo e potrà essere assegnato sia alla sezione degli adulti che a quella

degli adolescenti;

Ø premio di euro 500,00 (cinquecento/00), da assegnarsi in favore di uno degli Istituti scolastici, così come

individuati dall’Amministrazione Comunale di Roseto Valfortore con delibera della G. C. n. 21 del 19/02/2014.

Art. 4 – Altre prescrizioni di assegnazione dei premi

L’assegnazione dei premi è subordinata, inoltre, alle seguenti prescrizioni:

ü I premi non saranno assegnati e/o saranno revocati, anche susseguentemente, qualora venga accertato che le

opere siano state già editate precedentemente alla data della loro presentazione;

ü I premi non saranno assegnati e/o saranno revocati, anche susseguentemente, qualora venga accertato, che il

racconto sia stato già premiato in altri concorsi;

ü Il premio non ritirato personalmente o tramite persona delegata durante la manifestazione di premiazione

rientra in disponibilità dell’organizzazione.

Art. 5 –Modalità di presentazione

I racconti presentati devono rispondere ai seguenti requisiti:

Ø essere inediti alla data di presentazione ed essere scritti in lingua italiana;

Ø non superare, nell’insieme, un massimo di 20.000 (ventimila) caratteri compreso gli spazi fra le parole con la

esclusione degli spazi di capoverso; (teoricamente 200 righe per un totale di 100 battute compreso gli spazi per

ogni rigo). Dal conteggio sono esclusi i titoli dell’elaborato.

Inoltre, il racconto dovrà essere presentato:

Ø in unico originale cartaceo dattiloscritto su fogli formato A4 utilizzando un sistema di videoscrittura o

dattilo scrittura e su supporto informatico (CDROM) leggibile come file di testo (txt), utilizzando possibilmente il

sistema di videoscrittura WORD con formato del file doc 1997-2007;

Ø con apposita domanda che dovrà contenere:

a) le generalità dell'autore: nome, cognome, luogo e data di nascita, l'indirizzo completo, il numero

di telefono e la e-mail a cui effettuare tutte le comunicazioni,

b) l'autorizzazione firmata al trattamento dei dati personali, giusta art. 13 e 23 del D. Lgs. n. 196/2003;

c) il titolo del lavoro presentato;

d) le dichiarazioni che il lavoro è inedito e che non è risultato assegnatario, in altri concorsi letterari, di

altri premi in denaro, di qualsiasi entità.

Per i minori la domanda di partecipazione e la dichiarazione al trattamento dei dati personali dovrà essere avallata da

uno deigenitori o da colui che ne esercita la patria potestà..

Altri elementi utili alla presentazione:

ü Il racconto dovrà avere un titolo e le pagine dovranno essere numerate progressivamente;

ü E’ facoltà dell’autore allegare al plico un breve curriculum;

ü Per le scuole è prevista la possibilità di far pervenire gli elaborati in un unico plico. Gli elaborati devono

essere presentati distintamente.

I moduli di partecipazione e il bando possono essere scaricati dal sito WWW.PREMIOLUPO.IT o richiesti

direttamente alla segreteria del concorso agli indirizzi indicati al susseguente articolo 9.

Art. 6 – Istituti scolastici, modalità di presentazione e partecipazione

Gli Istituti scolastici preselezionati dal Comitato Organizzatore dovranno far pervenire, alla sezione adolescenti, entro

la data del 31/05/2015, massimo 5 (cinque) lavori realizzati da propri alunni regolarmente iscritti all’anno scolastico

2014/2015 e rientranti nei limiti di età della predetta sezione (da considerare, per l’ammissione, il compimento del 18esimo

anno di età alla data di scadenza del bando).

L’attribuzione del premio avverrà secondo graduatoria di merito, ovvero saranno sommati i voti individuali dei lavori

presentati (massimo 5) e il premio sarà attribuito all’Istituto scolastico che avrà conseguito il maggior punteggio nella

sommatoria dei lavori presentati ed ammessi.

Il premio economico sarà assegnato qualora avranno partecipato all'area riservata alle scuole almeno 5 (cinque)

istituti scolastici.

Resta fermo che i lavori concorreranno individualmente per i premi della sezione adolescenti, mentre il premio di

euro 500,00 sarà riconosciuto all’Istituto e sarà utilizzato autonomamente dallo stesso.

Resta ferma la possibilità individuale da parte degli alunni appartenenti ad uno degli Istituti scolastici così come

prescelti dal Comitato Organizzatore, di partecipare autonomamente al concorso, presentando il proprio elaborato secondo le

prescrizioni indicate nel presente bando.

Per gli elaborati fatti pervenire dalle scuole, oltre alla domanda di partecipazione individuale degli autori

che ne consentirà l’ammissione alla sezione degli adolescenti, dovrà essere compilata una scheda aggiuntiva a firma

del dirigente scolastico che dovrà contenere il titolo e l’autore dei lavori che vengono presentati.

Art. 7 – Tempi e luogo di presentazione

Il racconto in formato cartaceo, il supporto informatico, la scheda di partecipazione ed eventuale altra

documentazione, dovranno essere inclusi in un’unica busta ed essere inviati a mezzo raccomandata AR o consegnati a

mano, entro e non oltre il 31/05/2015, a:

SEGRETERIA CONCORSO "PREMIO LUPO"

c/o COMUNE DI ROSETO VALFORTORE

PIAZZA SANT'ANTONIO, 1 - 71039 ROSETO VALFORTORE (FG)

Gli elaborati non saranno ammessi al concorso qualora perverranno oltre la data di presentazione e/o in modo

difforme, non sanabile, rispetto a quanto indicato nel presente articolo.

Per i lavori inviati con plico postale o altro servizio, farà fede il timbro di accettazione dell’ufficio o del corriere

incaricato.

Per i lavori consegnati a mano farà fede la data della ricevuta che sarà rilasciata dalla Segreteria del Concorso.

Gli elaborati possono essere trasmessi anche a mezzo di plico postale semplice, in tal caso la Segreteria non assume

alcuna responsabilità per eventuale mancata consegna del plico inviato.

Art. 8 - Commissione

Tutti i racconti saranno esaminati da un’apposita Commissione.

Il giudizio e le decisioni della Commissione sono insindacabili ed inappellabili.

Fa parte della Commissione, senza diritto di voto, il Responsabile del Progetto che assume la qualifica di

Segretario verbalizzante.

Le operazioni non imputabili alla Commissione saranno espletate dalla Segreteria tecnica.

Art. 9 - Comunicazioni

Presso la Segreteria del Concorso i concorrenti potranno richiedere ogni utile informazione telefonando al

numero 0881/594610 (int. 5), oppure utilizzando la casella di posta elettronica This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Ogni attività della Commissione e della Segreteria Tecnica del Concorso, sarà resa pubblica mediante pubblicazione

sul sito WWW.PREMIOLUPO.IT

Le comunicazioni relative alle attività del concorso saranno recapitate a mezzo e-mail all'indirizzo di posta elettronica

dichiarato da ogni candidato.

Art. 10 – Altre indicazioni

I racconti presentati al concorso non saranno restituiti.

L’Amministrazione Comunale si riserva di pubblicare e/o riprodurre, nel proprio sito internet, in propri atti,

documenti o pubblicazioni, tutti o parte dei racconti, senza che ciò comporti alcun obbligo di preavviso, né il

riconoscimento di alcun diritto per gli autori, se non la loro citazione.

E’ fatto divieto a chiunque di riprodurre e pubblicare arbitrariamente i lavori presentati per il Concorso Letterario “Premio

Lupo”, senza il preventivo ed unanime consenso del Comune promotore dell’iniziativa.

Sono fatti salvi i diritti degli autori delle opere che, in proprio, possono procedere alla sola pubblicazione cartacea del

lavoro presentato. La pubblicazione, comunque, non potrà essere unita ad altri lavori presentati per il Concorso Letterario “Premio

Lupo”.

Art. 11 – Responsabilità e privacy

I candidati, partecipando al concorso, accettano le disposizioni regolamentari del presente bando, nel suo complesso e

nei suoi singoli articoli, e garantiscono l'originalità dei racconti presentati, dichiarando di essere gli unici ed esclusivi autori

delle rispettive opere, esonerando l'organizzazione da ogni responsabilità per eventuali ipotesi di plagio.

Ai sensi del DL 196/2003, l'organizzazione dichiara che il trattamento dei dati dei partecipanti al concorso è

finalizzato unicamente alla gestione e diffusione del premio e all'invio di eventuali iniziative future da parte dei promotori

del concorso stesso. Si fa presente che con l'invio dei testi letterari partecipanti al concorso, l'interessato acconsente al trattamento

dei dati personali.

 

23 Maggio le Acli in udienza privata con Papa Francesco

Written by Thursday, 05 March 2015 17:31

Il Patronato Acli ed il Centro Turistico delle Acli di Bovino comunicano:

Le Acli saranno in udienza privata, con il Santo Padre, il giorno sabato 23 Maggio 2015, alle ore 12.00, nell'Aula Paolo VI.

Una rappresentanza di 7.000 persone potrà, così, stringersi attorno al Pontefice e testimoniargli il proprio sostegno ed affetto.

Il Presidente Nazionale Acli, Gianni Bottalico, ha comunicato la data dell'incontro, dichiarando, con grande gioia: "La bellissima notizia che abbiamo avuto, ci fa pensare all'emozione del nuovo pellegrinaggio alla Cattedra di Pietro, in occasione della ricorrenza dei 70 anni dalla nostra fondazione. Da mesi arrivano richieste da province e circoli per partecipare alle udienze pubbliche del Santo Padre, tanto è il desiderio delle Acli di manifestare la propria vicinanza a Papa Francesco: abbiamo, ora, l'occasione di un incontro espressamente a noi riservato".

CONCERTO DEL QUARTET PROJECT A BOVINO IL 22 FEBBRAIO

Written by Thursday, 19 February 2015 18:44

Nella chiesa di Sant' Antonio (Villa Comunale) l' UNITRE di Bovino ha organizzato il concerto del "QUARTET PROJECT" con inizio alle ore 19,30 . Tutta la cittadinanza è invitata.

I nostri contatti :)