You are here: HomeAMBIENTE

AMBIENTE (74)

No al Parco Eolico in Alta Irpinia

Written by Sunday, 14 June 2015 10:17

Consiglio di Stato respinge il ricorso

"Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, sezione IV, con sentenza n. 2873 depositata in data 11.06.2015, ha respinto il ricorso di una società eolica, in procinto di realizzare un parco eolico ed opere connesse nei comuni di Lacedonia Bisaccia Aquilonia, e della Regione Campania". Ne danno notizia Alessandra Pavich del Comitato V.O.R.I.A. e Michele Russo del Comitato "No Alta Tensione"  da sempre impegnati nella "battaglia" per scongiurare la realizzazione di parchi eolici ed elettrodotti nei comuni sopracitati. 

 

Chi avrebbe mai detto che tra le due zone del paese, quella del centro storico risponde meglio alla raccolta differenziata dei rifiuti?...eppure è così, lo dimostrano i dati ed i fatti ! Non si riesce, comunque a superare la soglia del 42%, per cui bisogna ancora molto insistere, controllare e far rispettare il regolamento. Lodevole l' iniziativa intrapresa dalle scuole in merito alla raccolta degli oli usati, di cui parla l' Elce di questo mese con questo  articolo

 

Da un articolo di Elce del mese di Maggio apprendiamo la notizia del premio personaggio ambiente Italia conferito al Preside dell' Istituto omni-comprensivo di Bovino-Castelluccio D.S.-Panni, il  Prof. Gaetano De Masi

 

Chi conosce il  luogo della discarica sa che Contrada Catenazzo è anche Bovino e sentire che i rifiuti di Foggia e Provincia andranno a Deliceto sa che lì, quel sito di discarica è proprio sul confine tra Bovino e Deliceto, quindi non possiamo rimanere indifferenti a queste decisioni nel mentre il nostro Comune sta facendo salti mortali per meglio differenziare e quindi, per portare meno rifiuti in quella discarica: significa fare sacrifici  per mettere poi a disposizione la discarica per chi la differenziata non la fa ( Foggia è una di quelle città agli ultimi posti per la differenziazione dei rifiuti).

"Lo struscio" - "Teleradioerre"-"Foggiatoday"ce lo dicono nei diversi articoli pubblicati ieri  il cui contenuto è questo:


Il presidente della Provincia, Francesco Miglio, firmerà in serata l’Ordinanza con la quale autorizzerà il superamento dei limiti di contenimento dei rifiuti presso il sito di Deliceto, in modo da consentire lì il conferimento dei rifiuti della città di Foggia e degli altri comuni che conferiscono presso l’impianto “bio” di Passo Breccioso dopo la chiusura della discarica “ex Frisoli”. È questo l’esito della conferenza di servizi che si è svolta questa mattina a Palazzo Dogana all’esito delle riunioni di venerdì scorso dell’ATO (Ambito Territoriale Ottimale) e dell’OGA (Organismo di Governo d’Ambito).

Conferenza di servizi che era stata convocata dal presidente dell’Ente di piazza XX Settembre su richiesta di Landella in qualità di sindaco e presidente dell’ATO, al fine di perfezionare l’iter utile a permettere il conferimento dei rifiuti presso l’impianto di Deliceto, percorso possibile solo in presenza di una specifica Ordinanza che permettesse il superamento del limite di accoglimento stabilito dall’Aia-Ippc rilasciata per l’impianto stesso. L’Ordinanza, che sarà firmata in serata dal presidente della Provincia, avrà un’efficacia di 30 giorni, dunque sino al ripristino del conferimento dei rifiuti presso il sito di Passo Breccioso.

Così il primo cittadino del capoluogo dauno: “Come avevamo annunciato nei giorni scorsi Foggia non vivrà alcuna emergenza ambientale legata alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti. La procedura che abbiamo attivato, con la fondamentale collaborazione del presidente Francesco Miglio, del sindaco di Deliceto Antonio Montanino, di Amiu Puglia SpA e di tutti gli altri soggetti coinvolti, ci permetterà di accelerare in modo ancor più deciso sulla strada del superamento delle criticità e delle difficoltà rivenienti dal passato con cui ci siamo confrontati in questa delicata materia».

 

 

I RIFIUTI SOTTO VIA CASTELLO A BOVINO, FINALMENTE RIMOSSI

Written by Monday, 16 February 2015 11:01

Finalmente i  rifiuti sotto via Castello non ci sono più. Pare che le foto pubblicate qualche giorno fa abbiano dato molto fastidio e persino qualche autorità sia intervenuta.

Anche la pagina web ha cambiato titolo perchè, secondo qualcuno, non era giusto dire che i rifiuti stavano al castello, bensì bisognava scrivere " sotto via castello".... quasi che detto così cambi la sostanza !

Per questo riportiamo qui sotto il titolo originario, con la speranza che il deposito dei rifiuti in qualunque posto del paese non si ripeta e, soprattutto, che le segnalazioni dei Cittadini abbiano una risoluzione più tempestiva.

RIFIUTI AL CASTELLO DI BOVINO

RIFIUTI AL CASTELLO DI BOVINO

 

RIFIUTI AL CASTELLO DI BOVINO

Mentre in altri Comuni è aperta la caccia al trasgressore che non osserva il regolamento per la raccolta dei rifiuti, a Bovino nessuno vede e  ognuno fa quel che gli pare, abbruttendo i luoghi che maggiormente sono l' icona del paese.

 

Il castello di Bovino è uno dei tanti che, da quando è partita la raccolta dei rifiuti  porta a porta, è diventato un luogo di abbandono dei rifiuti, da qualche giorno persino di mobili vecchi da macero !  Gli addetti al servizio  di raccolta che hanno proprio lì sotto la  sede operativa, dicono di non sapere e non vedere, i vigili prendono sempre appunti per il da farsi... intanto, la massa dei rifiuti aumenta!!.

Vediamo cosa succede in qualche altro paese:

QUESTE LE IMMAGINI DELLA SETTIMANA APPENA PASSATA:

A pochi passi da Bovino per l' oro rosso

Written by Wednesday, 12 November 2014 07:23

Il filmato di Diego Bianchi trasmesso da Rai tre  mostra una realtà che fa rabbrividire...

Madonna Bizantina in Via Napoli a Bovino

Written by Monday, 10 November 2014 16:52

Perchè?....per chi?...quando?..come?...per quanto?...tanti sono gli interrogativi che suscita la nuova icona della Madonna col bambino affissa in Via Napoli, sotto un portale murato, che attira l' attenzione e la curiosità dei passanti.

Queste sono alcune foto scaricate da facebook subito dopo le fasi d' installazione:

Dal 3 Novembre 2014 sarà avviata la Raccolta differenzita nel centro storico e nelle zone rurali di Bovino.

In alcune zone periferiche saranno installati grandi contenitori stradali dotati di serratura. Questo è l' avviso:

Raccolta differenziata degli indumenti usati

Written by Tuesday, 24 June 2014 06:50

Col solito mini-volantino comunale, si porta a conoscenza della cittadinanza che gli indumenti usati inutilizzati, potranno essere depositati nel Centro di Raccolta di Bovino, presso la zona PIP del Tiro a Segno, negli orari e nei giorni stabiliti:

BONUS SUI CONSUMI DELL' ACQUA PER CHI HA REDDITI BASSI

Written by Tuesday, 18 February 2014 09:34


Agevolazione della spesa per il servizio idrico per soggetti in condizioni di disagio economico e fisico- bonus idrico

Dal 3 marzo 2014 i cittadini residenti nei Comuni della Regione Puglia, intestatari di una fornitura idrica "attiva" con l’Acquedotto Pugliese, ad uso abitativo domestico di residenza (singola o condominiale), in regola con i pagamenti e che abbiano beneficiato del Bonus Elettrico per utenza domestica elettrica, nella Regione Puglia, nell'anno 2012 e/o 2013, potranno richiedere il Bonus Idrico secondo una delle seguenti modalità: a) via internet, all'indirizzo www.bonusidrico.puglia.it b) via telefono fisso, mediante il numero verde 800.660.860. I requisiti di ammissibilità al Bonus sono: DISAGIO ECONOMICO –reddito annuo ai fini ISEE uguale o inferiore a 7.500,00 euro, oppure a 20.000,00 euro ISEE per le famiglie con 4 o più figli a carico. e/o DISAGIO FISICO, secondo i requisiti previsti dal Bonus elettrico, vale a dire con uno dei componenti il nucleo familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere l'utilizzo delle apparecchiature elettromedicali necessarie per la loro esistenza in vita. E’ possibile reperire ulteriori informazioni sui siti internet: www.bonusidrico.puglia.it - www.aqp.it

 

Da Teleradioerre:

Partono le agevolazioni per la bolletta dell'acqua. Dal 3 marzo - informa l'autorita' idrica pugliese - e fino al 31 maggio, tutti i cittadini pugliesi intestatari di una fornitura idrica 'attiva', ad uso abitativo domestico di residenza (singola o condominiale), in regola con i pagamenti e che abbiano beneficiato del Bonus elettrico, potranno richiedere il Bonus idrico via internet o per telefono. Via internet all'indirizzo www.bonusidrico.puglia.it o per telefono (fisso) al numero verde automatico 800.660.860. Per accedere al bando per il Bonus idrico occorre essere in disagio economico (ISEE uguale o inferiore a 7.500 euro o a 20.000 euro per famiglie con piu' di 4 figli a carico) o in disagio fisico, come per il Bonus elettrico, ovvero con uno dei componenti della famiglia in gravi condizioni di salute tanto da richiedere utilizzo di apparecchiature elettromedicali salvavita. In pratica, chi ha gia' beneficiato del bonus per la bolletta elettrica potra' avere un ristorno in bolletta di 40,69 euro per il 2012 e di 42,72 euro per il 2013 (caso Isee 7.500 euro), di 128,47 euro per il 2012 e di 134,89 euro per il 2013 (caso Isee 20.000 euro con 4 o piu' figli a carico) e di 61,03 euro (2012) e 64,08 euro (2013) per i disabili fisici.
In caso di contatto via internet e via telefono, e' utile avere a portata di mano le bollette Aqp e dell'energia elettrica con i codici POD (elettricita') e numero contratto Aqp/codice cliente Aqp.(AGI)

I nostri contatti :)