You are here: HomeARTICOLI VARI

ARTICOLI VARI (20)

ELEZIONI COMUNALI DI BOVINO

Written by Monday, 06 May 2013 07:32

Hanno avuto inizio i primi comizi elettorali per il rinnovo del Consiglio Comunale a Bovino per il 26 e 27 Maggio 2013.

Sono state presentate le liste di due raggruppamenti guidati rispettivamente da Dedda e da D'Alessandro. Nei prossimi giorni ci sarà la presentazione della terza lista guidata da Nardino Lombardi.

Il clima è abbastanza mite e la dialettica fin qui tenuta si mantiene nella descrizione di quanto è stato fatto negli ultimi anni, con brevi cenni sulle intenzioni future.

Il periodico d' informazione Delicetano "ELCE", nelle sue pagine dell' ultimo numero, traccia  i profili dei tre candidati alla carica di Sindaco che nei prossimi giorni proporremo su questo sito. Intanto pubblichiamo con l' editoriale Elce le tre liste in competizione, augurando loro una leale gara politica, priva di quei soliti "avvelenamenti verbali" che fanno scendere il livello competitivo, danneggiando un pò tutti:

Comunicato  dell' Associazione Pro-Loco del Comune di Monteleone di Puglia:

Per l’ex senatore anche il giorno di San Giuseppe diventa occasione di scontro

Carmelo Morra accecato dall’odio si scaglia contro la Pro Loco di Monteleone


Il Sindaco Carmelo Morra non concede l’uso della piazza per l’accensione del tradizionale Falò di San Giuseppe perché “questa amministrazione non riconosce la Pro Loco di Monteleone”. E’ la risposta del primo cittadino alla richiesta dell’Associazione Turistica del piccolo comune dei Monti Dauni meridionali. Brucia così tanto la mancata conferma al Senato che Morra si scaglia addirittura contro un’associazione di volontariato. All’ex parlamentare evidentemente non è andata giù la sconfitta alle ultime elezioni. L’ex senatore del Pdl, approdato in Grande Sud e uscito sconfitto dalla tornata elettorale proprio non ci sta. I pochi voti raccolti nel territorio dei Monti Dauni e soprattutto nel suo paese lo hanno reso ancor più rancoroso e vendicativo. E stavolta ad essere presa di mira è l’Associazione Turistica Pro Loco di Monteleone, ritenuta rea di non essere particolarmente vicina politicamente al Sindaco. «Il riconoscimento di una associazione Pro Loco non spetta al Comune ma alla Regione Puglia con il parere dell’UNPLI regionale come prevede la legge regionale 27 del 1990 – afferma Carmelo De Rosa, Presidente della Pro Loco – E noi siamo regolarmente iscritti all’Albo regionale delle Pro Loco di Puglia e affiliati all’UNPLI Puglia. Questa associazione – continua De Rosa – costituitasi nel 1991, proprio quando era già sindaco lo stesso Morra, in tutti questi anni ha sempre collaborato con il Comune nell’organizzazione delle varie manifestazioni di promozione territoriale. Lo testimoniano, tra le tante cose, i contributi erogati puntualmente dal Comune a favore della Pro Loco e i vari manifesti e spot pubblicitari che riportano sempre i loghi sia del Comune che della Pro Loco. Come può, oggi, Carmelo Morra, affermare di non conoscere la nostra Pro Loco? Proprio lui, poi, che è stato Sindaco dal 1990 al 1995, consigliere comunale dal 1995 al 2000, assessore comunale dal 2000 al 2008 poi defenestrato dall’allora sindaco Giovanni Campese e rimasto a fare il consigliere fino al 2010 e tornato ad essere sindaco – evidenzia Carmelo De Rosa – Insomma, l’accanimento verso questa Associazione è soltanto una ripicca verso persone individuate dal Morra come “nemiche” politiche da abbattere ad ogni costo». Morra non è nuovo a questo genere di atteggiamenti e da più parti sono arrivate denunce di azioni che puzzano di ritorsione. «Da quando è stato eletto Sindaco ha avviato una guerra tutta sua nei nostri confronti e addirittura è arrivato a chiedere alla Pro Loco di Monteleone la restituzione di un contributo che il Comune, allora amministrato da Giovanni Campese, nel 2009 aveva concesso alla nostra associazione per l’organizzazione delle attività estive. E’ inutile dire che il successo che otterrà con questa azione sarà pari alla sua rielezione in Parlamento. Un nulla di fatto». Ma non è la prima volta che l’ex senatore nega l’utilizzo degli spazi pubblici alla Pro Loco. «Abbiamo chiesto varie volte, anche insieme all’UNPLI Foggia, l’autorizzazione dell’utilizzo di spazi pubblici per poter realizzare iniziative culturali ed enogastronomiche. Ma da Carmelo Morra sono arrivate sempre risposte negative e senza valide motivazioni come se le piazze, i vicoli fossero di proprietà sua! E questa volta ha dato il meglio. Morra è talmente accecato dall’odio e legato ad ogni poltrona, che probabilmente arriva a considerare il ruolo di Presidente di una Pro Loco come un incarico di sottogoverno da occupare ad ogni costo – ironizza De Rosa – Poiché a breve sarà completamente libero da impegni politico-amministrativi, se vuole ritagliarsi un futuro da presidente di questa associazione, saremo lieti di accoglierlo. Il Sindaco, continuando con questi atteggiamenti, non fa altro che lacerare i rapporti di una comunità già sfilacciata. E le persone che gli stanno intorno non dicono una parola per farlo rinsavire rischiando di condurre una comunità al muro contro muro. L’auspicio – conclude il Presidente della Pro Loco – è che gli amministratori di Monteleone comincino a considerare in modo obiettivo l’operato della nostra associazione e, invece di portare avanti un ostruzionismo sterile, ridicolo, inconcludente e fallimentare, stabiliscano con noi un rapporto civile che conduca ad una proficua collaborazione».

 

A Troia il "Centro del gusto dei Monti Dauni"

Written by Wednesday, 30 January 2013 12:07

La migliore proposta è stata quella per il Centro del Gusto dei Monti Dauni che sarà realizzato nei locali dell'Ex Convento di San Francesco nel centro storico di Troia.

E' da Teleradioerre che si apprende la notizia di questo  progetto ambizioso ed innovativo ideato e voluto dal GAL Meridaunia e finanziato con Fondi dell'Asse III del PSR 2007-2013 della Regione Puglia (Misura 313 az. 2), che parte dalla vocazione agroalimentare e dalle potenzialità turistiche dei Monti Dauni per promuovere lo sviluppo sostenibile dell'area, attraverso la conoscenza delle eccellenze enogastronomiche di cui il territorio dei Monti Dauni è particolarmente ricco. Il Centro sarà un polo multifunzionale pensato per una serie di attività ed iniziative che abbiano come comune denominatore la promozione del territorio attraverso l'enogastronomia di qualità.
Nel mese di agosto dello scorso anno, il GAL Meridaunia ha pubblicato il Bando di Concorso di idee, una procedura scelta per garantire trasparenza, innovazione, creatività e partecipazione.
E infatti, così è stato: 8 i progetti pervenuti. 27 i giovani professionisti (14 uomini e 13 donne) raccolti in gruppi. Architetti, ingegneri e geometri non solo del territorio GAL ma dell'intera Capitanata e di alcune province limitrofe.
Una Commissione di esperti nominata dal GAL Meridaunia ha esaminato i progetti candidati in forma assolutamente anonima, per poi redigere una graduatoria, selezionare il progetto vincitore, ovvero quello secondo il quale si realizzerà il Centro del Gusto e assegnare i premi in denaro ai primi tre classificati (3.000,00, 1.000,00 e 500,00 euro), così come previsto dal bando di concorso.
Solo allora ad ogni progetto è stato associata l'identità del gruppo proponente con i relativi professionisti.
Questa la graduatoria:
1° classificato (punti 81), gruppo formato da Antonio Stefano Cibelli, Piero Guadagno, Tiziana di Sipio, Grazia Villani;
2° classificato (punti 78), gruppo formato da Acquaviva Filomena Maria, Fabio Armillotta, Damiano De Candia, Domenico Potenza, Valeria Pia Marzano, Natale Marco Santomauro, Carmela Palmieri, Pietro Iacubino, Laura Pirro, Francesca Rotunno;
3° classificato (punti 72), gruppo formato da Marilena Palombo, Luciana Mastrolonardo;
4° classificato (punti 71) gruppo formato da Pozzuto Lorenzo e Carolina Favilla;
5° classificato (punti 68) gruppo formato da Francesco Rosario Petrera, Antonio Casucci, Natale Ludovico; 6° classificato (punti 62) gruppo formato da Elisa De Santis e Giuseppe Tricarico,
7° classificato (punti 60) gruppo formato da Maria Maggio e Orazio Pastore;
8° classificato (punti 56) gruppo formato da Anna Lucia Cantanna e Domenico Patella.

redazione Teleradioerre

Bovino - Mostra artigianato locale

Written by Thursday, 10 January 2013 20:16

 

   BOVINO, sabato 5 gennaio 2013 - ORE 09.10

Bovino Lab, il laboratorio di arti e mestieri

 



Resterà' aperta fino a domani 6 gennaio la mostra dell'artigianato tradizionale allestita
all'interno del nuovo palazzo municipale di Bovino. Un vero e proprio laboratorio per la
valorizzazione di arti e mestieri che da sempre hanno caratterizzato l'economia del
piccolo centro dei Monti Dauni. Dalla lavorazione artistica dal vetro alla scrittura in
miniatura, dalla falegnameria alla lavorazione dell'Ottocento, dai ricami e uncinetto alle
porcellane artistiche, ai manufatti sartoriali. Bovino città dell'artigianato con il suo
caratteristico borgo antico e con i suoi artigiani che grazie a questo evento stanno
valorizzando l'immenso patrimonio legato agli antichi mestieri. Una manifestazione
fortemente voluta dall'amministrazione comunale di Bovino che dopo aver inaugurato il
museo delle tradizioni popolari, ora punta ad una mostra dell'artigianato permanente.
Questo l'elenco degli espositori: Paola Anzivino, Adriano Bisanti, Orfeo Bisanti, Silvio
Bisanti, Teresa Cereste, Raffaele La Peruta, Carmela Lisciò, Potito Fattibene, Guida
Procaccini, Serafina Sciaraffa, Anna Terenzio. La mostra e´ aperta dalle 18 alle 20.



Saverio Serlenga

Il presepe del mulino al Ponte di Bovino

Written by Thursday, 10 January 2013 19:59

 

Da Teleradioerre:

BOVINO, martedì 1 gennaio 2013 - ORE 10.28

Natale in Casa Daunia, il presepe del 'Ponte'

La Provincia di Foggia, in collaborazione con i Comuni e le Pro loco dell'Appennino Dauno, ha promosso la quinta edizione della mostra-concorso itinerante del Presepio. Hanno aderito alla manifestazione i Comuni di Accadia, Biccari, Casalnuovo, Celle San Vito, Deliceto, Orsara, San Marco La Catola, Sant'Agata,Troia e Bovino. Ed è proprio in quest'ultimo centro che è stato realizzato uno dei presepi artistici più belli. A proporlo è la locale Pro Loco, presieduta da Maria Rosaria Lombardi. Un presepe allestito all'interno di un antico mulino ad acqua, "Lo Molino del Ponte, ubicato al centro della suggestiva valle del Cervaro, a ridosso dell'omonimo fiume, e che richiama l'antica civiltà rurale di questa zona. "Abbiamo voluto attenerci scupolosamente al bando del concorso, pertanto ci siamo concentrati sulle peculiarità che il territorio di Bovino offre nell'ambito agro-.silvo-pastorale.Quest'anno - afferma la presidente della Pro Loco, Maria Rosaria Lombardi - abbiamo voluto valorizzare la valle del Cervaro, e visto che proprio sulle rive di questo fiume sorge l'unico mulino ad acqua della zona, insieme ai miei collaboratori Paola Anzivino, Ugo Ianniello, Anna Marseglia e Maria Assunta Di Sapio, ci siamo prefissati l'obiettivo di ricostruire il tipico ambiente rurale del Ponte con il mulino ad acqua, la fontana borbonica, l'antica posta della dogana, le masserie e le botteghe artigianali che un tempo mantenevano viva l'economia locale". La direzione artistica del presepe è stata affidata a Paola Anzivino, affermata restauratrice di Bovino, la quale ha curato nei minimi particolari la realizzazione dei pupi, delle casette, delle botteghe artigianali e del paesaggio circostante. "La tecnica è quella settecentesca del presepe napoletano che prevede la realizzazione della testa, dei piedi e delle mani in terracotta, mentre il resto del corpo con paglia e stoffa povera. Le casette, invece, sono state realizzate con il polistilene, usando la tecnica della scagliola. Purtroppo abbiamo avuto poco tempo a disposizione per completarlo, ma ne è valsa davvero la pena, grazie anche a gruppo di lavoro sc elto dalla Pro Loco. Ora incrociamo le dita e speriamo di attirare l'attenzione della giuria". Il presepe del ponte di Bovino rimarrà in mostra fino al prossimo 17 gennaio, in modo da favorire anche le visite delle scolareschè della provincia che oltrew ad ammirare la natività, potranno approfondire la conoscenza di uno dei momunenti più importanti della civiltà contadina: il mulino ad acqua. Apertura tutti i giorni dalle 16 alle ore 19 o per appuntamento telefonando al mugnaio Gino Grasso (info 333. 834 6883).



Saverio Serlenga

Monti Dauni Laboratorio a cielo Aperto

Written by Monday, 29 October 2012 18:37

Una Puglia che non t'aspetti, sorprendente, ricca di bellezze architettoniche, di reperti storici, di aree di natura incontaminata e selvaggia, un posto dove la biologia smette di essere noiosa e la storia diventa addirittura entusiasmante: insomma, una scuola a cielo aperto divertente ed appassionante.
I Centri Visita, distribuiti nei comuni del comprensorio dei Monti Dauni, sono dedicati a temi diversi e offrono molteplici servizi, destinati ai singoli e ai gruppi, con particolare attenzione alle scolaresche; tra questi numerosi laboratori, adatti a bambini e ragazzi dai 4 ai 16 anni, che affrontano le tematiche più disparate.

STORIA E ARCHEOLOGIA
Abati, monaci, cavalieri coraggiosi e raffinate dame: tra racconti, aneddoti e divertenti attività pratiche si farà rivivere il Medio Evo. Ci si calerà nei panni degli archeologi, alla ricerca dei segni della storia, si parlerà di quando e come sono nati i libri, si imparerà a costruire una stele dauna secondo i dettami della tradizione e anche uno scudo da cavaliere e un gonfalone... per essere pronti alla battaglia!

NATURA
Il territorio dei Monti Dauni vanta numerose aree di interesse comunitario, come la valle del Cervaro, il monte Sambuco, il fiume Fortore, il bosco Dragonara, il monte Cornacchia e il bosco di Faeto, zone di natura incontaminata dove è possibile praticare attività che vi riveleranno i
segreti di animali schivi e piante preziose: non solo normali escursioni, ma vere e proprie analisi al microscopio per capire i segreti dei pollini e degli insetti, attività per conoscere l'affascinante lupo, giochi per stimolare la capacità di orientamento e capire la cartografia... e molto altro!

ACQUA ED ENERGIA
Acqua e aria, due delle fonti energetiche più importanti e più pulite, offrono uno spunto interessante per parlare di ambiente ed energia, due temi seri ed attuali, in modo divertente: dall'ambiente della diga di Occhito, che fornisce acqua a buona parte della Puglia e del Molise, si partirà per una serie di attività legate alle proprietà fisiche dell'acqua e alla conoscenza della fauna e della flora che vivono negli ambienti umidi, per arrivare a trattare l'importante questione del risparmio idrico.
Le gigantesche pale eoliche che punteggiano le colline ventose dei Monti Dauni vi consentiranno invece di scoprire il meraviglioso mondo delle fonti energetiche rinnovabili, mettendolo a confronto con quello delle energie non rinnovabili (carbone e petrolio).

TRADIZIONI E PRODOTTI TIPICI
Salite sulla macchina del tempo e fate un salto indietro fino al Medio Evo: calatevi nei panni di artigiani, briganti e contadini per capire, attraverso giochi di ruolo e racconti di antiche leggende, come si viveva attorno all'anno 1000. Conoscerete le tradizioni e le leggi dell'epoca, vedrete come si faceva la transumanza, come si lavorava il latte e come si allevavano gli animali: un gioco semi-serio ricco di spunti di riflessione.

GIORNATE A TEMA
I Centri Visita offrono anche la possibilità di trascorrere delle intere giornate svolgendo attività di laboratorio presso aziende e strutture locali: la Giornata dell'Olio, da passare in un frantoio della zona, la Giornata del Pane, per capire come la farina si trasforma nel delizioso pane che mangiamo ogni giorno, la Giornata della Pasta, immersi tra orecchiette e cavatelli, e la Giornata dei Fiori, una giornata all'aria aperta all'insegna dei colori.
Sono inoltre previste delle letture animate della durata di un'ora e mezza che affrontano tutte le tematiche toccate nei vari laboratori: un modo per approfondire un argomento, soddisfare una curiosità, porre domande e cercare nuove risposte.
Proposte interessanti presso i Centri Visita, non solo per studenti, ma anche per gli stessi insegnanti. Si organizzano infatti Corsi di Formazione per sperimentare e condividere insieme le materie e i percorsi più accattivanti e stimolanti relativi all'educazione ambientale.

Per informazioni: 
Egialea Studi e servizi turistici Candela (FG)
tel. 0885.653199, cell. 333.8609919
www.egialea.it - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

TARIFFE a bambino:
6 E mezza giornata
10 E giornata intera

OFFERTA PROMOZIONALE:
3 mezze giornate a 300 E
3 giornate intere a 540 E

*prezzi per gruppi fino a 20 alunni
*ogni corso o laboratorio prevede la presenza di un operatore ogni 20 alunni
*i costi comprendono le attrezzature e i materiali necessari allo svolgimento delle attività
*i costi del trasporto sono a carico della scuola

OTTOBRE DAUNO
Per chi volesse "assaggiare" i laboratori e vivere l'esperienza della scoperta dei Monti Dauni attraverso i percorsi pensati per le scuole, Egialea sarà presente all'Ottobre Dauno, la tradizionale fiera d'autunno che si svolgerà a Foggia dal 29 settembre 2012 e in questa occasione saranno presentati i laboratori didattici sabato 29 settembre dalle 9.00 alle 13.00 e sabato 6 ottobre, stesso orario.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PROGRAMMI DETTAGLIATI:
www.montidauniturismo.it - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - Tel.: 333 8609919

I nostri contatti :)