You are here: HomeCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (142)

BOVINO - MULTE PER REGALO DI NATALE

Written by Wednesday, 16 December 2015 10:50

La raccolta differenziata dei rifiuti comporta dispiaceri a chi non osserva il Regolamento Comunale. Il Comune di Bovino, non si sa bene perchè, ha fatto elevare i verbali da Vigili esterni, non in pianta organica stabile.

E' sicuro che molti cittadini non abbiano ancora bene interpretato le norme regolamentari ma è altrettanto strano che l' Amministrazione ricorra a forze esterne di controllo, incapace di farlo con i propri mezzi.

La formula degli accertamente è molto discutibile, contestabile e, forse, è questo uno dei i motivi della richiesta di annullamento dei verbali da parte del Consigliere di  Viva Bovino Viva - La mia città in data  odierna, mirante ad ottenere i dovuti chiarimenti sull' esatta interpretazione del Regolamento Comunale ed  evitare inutili e dispendiosi ricorsi da parte dei Cittadini e dell' Amministrazione medesima.

Di seguito l' interrogazione di Lombardi e una copia dei verbali notificati:

 

 

BOVINO - NUOVE REGOLE SUL MERCATO

Written by Wednesday, 16 December 2015 06:50

Arriva sul tavolo dei Capigruppo Consiliari la proposta del nuovo Piano Comunale per il Commercio su aree pubbliche.

Novità su tutti i fronti nell' organizzazione degli spazi e norme comportamentali degli operatori commerciali. E' un tema, questo, che non trova soluzioni adeguate per una serie di inosservanze di leggi e regolamenti già esistenti che  spesso tollerate dagli addetti al controllo, degenerano in abusi anche a discapito di chi vuole che le regole siano rispettate e, soprattutto, sulla tasca e salute pubblica.

Sarà anche questa la solita perdita di tempo nello studio di un Regolamento, tanto per dire che si sta affrontando il problema, senza che mai sarà fatto rispettare (vedi Regolamento sulle telecamere di videosorveglianza - Regolamento sugli accessi nel Centro Storico - Regolamento sulla sosta in Corso Vittorio Emanuele - Regolamento sul Wi-Fi - Regolamento sulla raccolta dei rifiuti etc.etc.) ?.

Certamente ogni parte politica rappresentata in Consiglio darà il proprio contributo nella discussione e preparazione di questa "riforma" del settore Commercio di questo paese ma restano forti dubbi su come l' esecutivo, intento solo a tutelare gli interessi della "cerchia", farà  applicare in maniera equa .

 

...ma che succede a Bovino ?...

Written by Thursday, 10 December 2015 07:45

..è la domanda allarmante di molti cittadini che vedono un abbruttimento del territorio bovinese , sotto gli occhi di tutti e senza nessuna reazione di chicchessìa! Ci sono stati

 

 

 

 

 

tempi in cui la situazione era sotto controllo, nel senso che si rispettavano ambiente e normative ma da pochi anni non esistono più cartelli sui cantieri, segnaletica di lavori in corso etc.etc.

Queste fotografie, scattate da chi il territorio lo vive ogni giorno osservando i suoi cambiamenti (Carlo Di Giovanni) ci mostra una nuova discarica di materiale da rimozione in una zona in cui non si fa in tempo a chiudere un progetto e senza che si sia realizzato nulla, se ne apre un altro che sta solo nella mente di qualche amministratore accondiscendente con le grosse imprese, agevolate nel trasporto e nell' accumulo di materiale rimosso. Così si rovinano

 

 

 

strade appena fatte, si trasformano  parchi progettati, si tagliano alberi su consigli ad hoc che servono solo a nuove progettazioni a nuovi canali di attrazione fondi nazionali ed europei ma che con il passar del tempo lasciano un territorio martoriato: è successo più volte proprio nell' area "piscina", è successo  sotto l' area della villa comunale, sta succedendo nell' ex aia pubblica, nell' area della protezione civile ove si son fatti accumulare  detriti rimossi per la rigenerazione urbana del centro storico, è successo nell' area Pip del Tiro a Segno , sta succedendo al parco Liliana Rossi e alla Peschiera ! !

 

Il Comune di Bovino chiede ai propri Cittadini proprietari di case sfitte, la manifestazione d' interesse a concedere gli immobili in affitto per accogliere, ospitare e far integrare migranti stranieri (rifugiati).

L' Associazione Acli di Bovino ed il CTA  mettono a disposizione i propri iscritti e la propria sede di Via Ettore Carafa n. 7 per chi ha bisogno di informazioni sul progetto e per la compilazione del modello di manifestazione d' interesse durante l' apertura del Circolo dalle ore 18,00 alle ore 20,00  dal lunedì al venerdì .

Di seguito riportiamo il Bando e lo schema di domanda per aderire all' iniziativa:

 

Consiglio comunale a Bovino - 30.11.2015 ore 16,30

Written by Wednesday, 25 November 2015 15:54

E' stata convocata la seduta di Consiglio Comunale per il 30.11.2015 alle ore 16,30 per discutere il seguente Ordine del Giorno:

BOVINO - RIUNIONE CAPIGRUPPO CONSILIARI

Written by Sunday, 22 November 2015 07:58

Si terrà alle ore 17,30 del 24.11.2015 la riunione dei Capigruppo presso la sala attigua alla Sala Consiliare del Comune di Bovino col seguente ordine del giorno:

BOVINO 5 NOVEMBRE CONSIGLIO COMUNALE

Written by Friday, 30 October 2015 18:05

In sessione straordinaria è stato convocato il Consiglio Comunale di Bovino in data 5 Novembre prossimo in prima convocazione per discutere quanto segue:

BOVINO 24 SETTEMBRE CONSIGLIO COMUNALE

Written by Saturday, 19 September 2015 07:09

In sessione straordinaria è stato convocato il Consiglio Comunale di Bovino per discutere il seguente Ordine del Giorno:

BOVINO: CAUSA FURTO CAVI ELETTRICI ENEL, CIMITERO AL BUIO

Written by Sunday, 13 September 2015 10:28

NESSUN RISPETTO, NEMMENO PER I MORTI ….. questi ladri di rame, di  fili elettrici … razziatori di masserie e case di campagna, sono “inarrestabili”… non si fermano davanti a niente e creano difficoltà enormi a servizi oramai diventati indispensabili per la società: fermo di treni, internet bloccato, telefoni muti, banche ed uffici al rallentatore. Tutto questo  per i viventi ...  ma non basta … ora ci vanno di mezzo anche i defunti perché alcuni servizi cimiteriali non possono essere erogati per lo stesso motivo. Ce lo dice questo cartello affisso già da qualche giorno al cancello del cimitero di Bovino. Questo causerà la rincorsa alle soluzioni alternative (lampade votive con batteria...c’è chi ha già pensato di poter fornire le nuove edicole e cappelle private con sistemi fotovoltaici innovativi per l’ illuminazione delle lapidi interne o, chissà, … per un eventuale riscaldamento in questo nuovo “villaggio” cimiteriale che ha soppresso i campi delle sepolture in terra che, se tenuti bene, fanno il baffo a tanta cementificazione inutile).

 E’ proprio un non-senso che ispira  certe scelte: eliminiamo i campi di sepoltura nella terra che altrove vengono tenuti in maniera invidiabile, per costruire casermette “ambientalmente” dotate di servizi ad energia compatibile ed alternativa!!

 …mah! ... visto che i cittadini non reagiscono...non può  essere una strategia per far resuscitare i morti ?

Fuochi d’artificio contro Morra? E il sindaco si dimette

Written by Wednesday, 26 August 2015 09:16

A Bovino nemmeno un manifesto di cordoglio per la morte di Morra !! E' scandaloso osservare queste cose nonostante  i tanti leccapiatti che al solo nome di Carmelo Morra chinavano la testa  come ad un mammasantissima da cui hanno avuto tanti....veramente tanti benefici !!

Ma che mondo è questo?

Quando c' era da prendere erano tutti pronti ad accerchiare il Senatore, a spellarsi  le mani per i plausi, a strisciare dietro la porta della Presidenza della Comunità Montana di Bovino per elemosinare favori, lavori e carriere, a stendere tappeti rossi al suo arrivo !!...e mò ?...

Nemmeno i tantissimi dipendenti della Comunità se ne ricordano !!.... Ahh! se si potesse tornare indietro, ridare vita a chi non c' è più !!...

Si conoscono tutte queste persone  vigliacche che hanno sempre abbassato la testa....continueranno ad abbassarla per tutta la vita nei confronti di chi avrà potere su di essi...l' abbasseranno sempre ed ancora per la vergogna di quello che fanno !!

Ora  si capisce  perchè il Senatore fosse rispettoso nei confronti di chi da sempre l' ha criticato e si è messo contro politicamente per idee  e principi totalmente opposti al suo modo di agire nel suo ruolo politico-istituzionale !!...sì... era rispettoso ed era ricambiato con rispetto .

L' opposizione di Bovino è dispiaciuta sotto l' aspetto umano per il lutto  che ha colpito la famiglia Morra, condanna  la mancata manifestazione di cordoglio da parte di chi era in dovere di farlo anche a nome della popolazione Bovinese e solidarizza col Sindaco di Monteleone di Puglia, Giovanni Campese, per aver presentato le sue dimissioni, così come ci riporta la stampa di oggi con quest' articolo di Rec24:

Fuochi d’artificio contro Morra? E il sindaco si dimette

Added by admin on agosto 26, 2015 di Francesco Quitadamo

MONTELEONE DI PUGLIA (Fg) – Carmelo Morra riposa in pace, ieri parenti e amici gli hanno dato l’ultimo saluto nella cerimonia che ha riempito la Chiesa madre di Monteleone di Puglia.
In paese, però, non c’è pace né pacificazione. Il sindaco Giovanni Campese, ieri, ha perfino presentato le sue dimissioni. Rientreranno naturalmente, è stato un atto simbolico attraverso il quale il primo cittadino ha voluto prendere le distanze rispetto al clima che si è venuto a creare. Su Facebook, nel giorno della scomparsa di Carmelo Morra, il 24 agosto, Campese ha scritto questo post: “C’è un tempo per confrontarsi, anche aspramente, con l’avversario politico, un tempo per gioire delle vittorie e un tempo per essere tristi per le sconfitte. Oggi è il tempo di fare silenzio. Il Sindaco e tutta l’amministrazione comunale di Monteleone di Puglia esprimono cordoglio per la morte del Senatore Carmelo Morra e prendono le distanze dal vile e deplorevole gesto verificatosi”.
Qual è il vile gesto cui si riferisce il sindaco? Nelle ore successive alla notizia del lutto che aveva colpito Monteleone di Puglia, in paese si è sentito lo scoppio di alcuni petardi. In un primo momento, si era pensato che qualcuno, appartenente alla metà del paese che aveva decretato la sconfitta di Carmelo Morra alle ultime elezioni comunali, avesse voluto ‘celebrare’ così la scomparsa del grande avversario. C’era chi, sentiti quei rumori, aveva pensato addirittura a fuochi d’artificio. Probabilmente, invece, quei ‘botti’ sono stati esplosi da qualche ragazzino inconsapevole, che mai avrebbe pensato di contribuire a inasprire ancor più gli animi di un paese evidentemente diviso, ancora lacerato da una battaglia politica lunga più di 20 anni, dove le due parti non si sono risparmiate durezze e ruvidità.
La scorsa primavera, è stato proprio Giovanni Campese a sconfiggere l’unico rivale, Carmelo Morra, nelle elezioni con cui gli abitanti di Monteleone di Puglia hanno scelto il loro nuovo sindaco. All’attuale primo cittadino andarono 416 voti, pari al 52,3 % dei voti validamente espressi; Morra, che si presentava come sindaco uscente, ottenne 379 preferenze, pari al 47,7 %. Quella elettorale e politica è stata una battaglia aspra, preceduta da anni di scontri. Ai funerali di ieri, c’erano 12 sindaci con la loro fascia tricolore, ma non Giovanni Campese che ha rispettato il volere espresso dai familiari al parroco del borgo. Lutto cittadino, dunque, ma niente gonfalone del Comune di Monteleone di Puglia né amministratori comunali davanti alla Chiesa madre. E’ possibile che la rabbia e i dissapori col tempo si attenuino, ma è più probabile che questo non avvenga tanto velocemente.

 

 

I nostri contatti :)