You are here: HomeCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (142)

I GIARDINI DUCALI DI BOVINO EMULANO L' AMAZZONIA ?

Written by Friday, 10 June 2016 16:58

Pare di sì, visto il contenuto di questa comunicazione fattaci pervenire dal signor Gaetano Lombardi per informarci sullo stato di degrado in cui versano i giardini del palazzo ducale di Bovino. Le foto scattate dal signor Gaetano dalla finestra di casa sua parlano anche chiaro e sono la dimostrazione di quanto stia a cuore del popolo bovinese il risanamento necessario ed urgente delle aree. Persino sulla  rete è partita l'  iniziativa di un gruppo che si fa promotore per una raccolta di fondi al fine di risanare il giardino in cui sono allocati diversi busti marmorei che hanno richiamato l' interesse di fotografi noti in un periodo nemmeno molto remoto  in cui questi giardini furono aperti al pubblico per lo svolgimento di molti avvenimenti culturali.

La rabbia del signor Gaetano è come un' esplosione contro un' indifferenza plateale della Curia che non interviene da anni per la pulizia ed il mantenimento di questo bene che dovrebbe essere di utilità pubblica.

Questa è la lettera con la quale il signor Gaetano chiede alle autorità terrene di intervenire ....

Gaetano Lombardi- 71023 Bovino – Via Castello n. 24

e p.c.

Al la Curia – Al Sindaco- alla Stampa- Lega Ambiente – Italia Nostra – Fai – Archeoclub- Asl- Unesco –Vittorio Sgarbi – Eredi De Guevara

***********************

Rivolgo questo scritto alle autorità preposte alla salvaguardia del patrimonio ambientale, architettonico, storico, culturale italiano per segnalare una situazione  incresciosa che vede sì, in prima persona, il sottoscritto interessato quale confinante di un giardino ducale che ha avuto la malasorte di essere passato in proprietà di una Curia Vescovile (quella di Foggia-Bovino) dopo la sventurata vendita da parte degli eredi Duca De Guevara, per finalità sociali molto nobili ma che, nonostante i tantissimi tentativi di fare business e di accaparramenti di fondi pubblici di ogni sorta, sta in uno stato di degrado e di abbandono che arreca solo danni alla comunità e, quindi, al sottoscritto.

Parlo  dei giardini del palazzo ducale  di Bovino, in una situazione strategica di uno dei Borghi più belli d’ Italia,  stupenda cornice di un palazzo ducale che è meta tutt’ oggi di stranieri, di studenti, di turisti, poeti e storici.

Non riporto qui le tantissime narrazioni di libri  e di  ricerche facilmente rintracciabili con i mezzi che il campo della cultura oggi ci offre, ma ritengano le autorità in indirizzo  questo come un invito a verificare lo stato attuale di un  gioiello che la collettività sta irrimediabilmente perdendo per incuria di una Curia attenta solo a catturare fondi pubblici senza ricambiare la società per quello che prende.

La Curia è già stata interessata più volte per risanare quei giardini, almeno nella parte  che provoca direttamente danni ai privati confinanti (me compreso);

Il Sindaco è a conoscenza  dello stato di abbandono ma manca di incisività per la tutela della salute pubblica di quei cittadini costretti a vivere in case prospicienti i giardini ma ai quali non è più data la possibilità di aprire le finestre  in ogni periodo dell’ anno;

La Stampa  viene spesso informata dello stato dei luoghi ma che è interessata a far vedere solamente i lati positivi del Borgo, succube anche di un potere ecclesiastico che in questi piccoli paesi è sempre predominante, più della politica e del buon senso;

 le Associazioni Ambientaliste  corrono lì dove meglio gli pare;

l’ Archeoclub gira la testa dall’ altra parte dei giardini per non aver contro autorità istituzionali-religiose e pare che ignorino l’ esistenza in quei giardini di  busti lapidei che ancora resistono alle intemperie ed alla non curanza;

l’ Unesco è stato già interessato dalle autorità cittadine per una tutela più riconosciuta del sito;

Sgarbi ed altri critici d’ arte hanno avuto occasione di vedere i giardini ducali solamente in notturna, dall’ esterno o ammirare  qualche opera custodita (copia-dipinto del Mattia Preti ) all’ interno del Palazzo Ducale;

L’ Asl dovrà svolgere il suo ruolo intervenendo  nei luoghi, in pieno centro cittadino, in cui per l’ incuria sorgono focolai d’ infezione per carcasse putride di animali di ogni specie (volatili, ratti, randagi e rettili);

Gli eredi De Guevara devono sapere che il vincolo dell’ alienazione del Palazzo alla Curia non è rispettato da molti anni;

Il Signor Vescovo della Curia Foggia/Bovino ed suoi adepti preposti alla cura del Palazzo Ducale di Bovino faranno bene ad  includere tra le litanie quotidiane, la preghiera per il sottoscritto e per gli altri cittadini che soffrono per questa situazione, a che non si ammalino e che vadano ugualmente in Paradiso, nonostante  le  bestemmie e le cattive imprecazioni a loro rivolte per questo fatto.

 

                                                              Con ossequi

                                                      Gaetano Lombardi

                            

Bovino, li 10 Giugno 2016

 

 

 

 

 

...

 


                      

E' STATO CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE

Written by Wednesday, 25 May 2016 11:15

Si tornerà a parlare di rendiconto 2015 nella prossima seduta di Consiglio Comunale prevista per martedì 31 Maggio in seduta ordinaria alle ore 10,00, dopo la decisione di rinvio e la  mancata approvazione nell' ultima riunione del  19 u.s..

Si parlerà anche della soppressione dei parcheggi nella "piazzetta" di via Francesco Mele:

E' stato pubblicato l' avviso per la fornitura gratuita dei libri per l' anno scolastico 2016/2017.

Questi i termini e le condizioni per fruire delle agevolazioni:

 

Si riunirà in seduta ordinaria il Consiglio Comunale di Bovino in data 19 Maggio 2016 alle ore 16,00 in prima convocazione.

Gli argomenti all' ordine del giorno sono:

BOVINO: L' ACQUA MANCHERA' IL 16 E 17 MAGGIO

Written by Friday, 13 May 2016 05:47

Il Comune di Bovino e l' Acquedotto Pugliese annunciano l' interruzione di fornitura dell' acqua nei giorni 16-17 Maggio con questi due comunicati :

 

BOVINO - CONSIGLIO COMUNALE 29 APRILE 2016

Written by Saturday, 23 April 2016 06:52

E' stato convocato in sessione ordinaria il Consiglio Comunale venerdì 29 Aprile 2016 alle ore 10,00  per discutere il seguente ordine del giorno:

Già il sabato e domenica, giustamente, il servizio di recapito postale non viene effettuato, nei restanti cinque giorni la posta potrebbe essere consegnata solo a giorni alterni. Sono queste le notizie dei quotidiani:

Poste Italiane, salasso in provincia di Foggia: “A rischio 100 posti di lavoro”

Dal primo ottobre 2015, Poste Italiane ha avviato in maniera graduale la nuova rivoluzione dei recapiti. La riforma, nella sostanza, introduce su delibera dell’Agcom, la consegna a giorni alterni sul 25% del territorio nazionale, oltre a prevedere incrementi tariffari sia per la posta ordinaria che per quella prioritaria. L’accordo è stato firmato a settembre da tutte le sigle sindacali di categoria. In Capitanata la sperimentazione del nuovo modello di recapito a giorni alterni, partirà a giugno e coinvolgerà tutti i paesi, dal Gargano al Subappennino, così come nei bacini più grandi come Cerignola, Foggia, Lucera, Manfredonia, San Severo, Sannicandro G.co, San Menaio, Deliceto, San Giovanni Rotondo, per una perdita di circa 100 unità e con 86 zone di recapito in meno.

“Sono ancora troppe le nubi che incombono su questo nuovo modello – spiega Antonio Lepore, segretario della Cisl Poste – Stiamo per questo motivo valutando se non ci saranno in itinere cambiamenti, seriamente ad una eventuale modifica dell’accordo firmato. Mancano ad oggi ancora strutture e mezzi idonei, e tutto si ripercuote sulla qualità del servizio al cittadino e sul lavoro del portalettere che, ricordiamo, con questo sistema diventerà titolare di due zone invece che una e ciò significa dover imparare velocemente due nuove aree da servire, con tutti i disagi che ne seguiranno“. La preoccupazione del sindacato è la stessa di alcuni sindaci che si sono rapportati nei giorno scorso con l’organizzazione sindacale foggiana: “Poste avrebbe dovuto informare i Comuni interessati a questo nuovo modello ma, a quanto ci hanno riferito gli stessi primi cittadini, nessuno ha comunicato nulla, aumentando il clima di incertezza e di preoccupazione dei cittadini”.

In alcune regioni dove è già partita la riorganizzazione, risultano tantissime criticità soprattutto per l’inadempienza degli accordi sottoscritti. Questo è, secondo il sindacato maggiormente rappresentativo in Poste, il problema più di questa nuova riorganizzazione: “Da sempre la CISL – continua il sindacalista – ha chiesto di rispettare regole e accordi ma spesso questi sono stati disattesi dall’azienda. A questo si aggiungono le eccedenze del personale che si quantificano in questa provincia in quasi 100 risorse e con che alla fine dell’implementazione saranno solo in parte riqualificati agli sportelli degli uffici postali”.

Dunque si preannuncia un vero e proprio tsunami in Poste Italiane e la preoccupazione del sindacato spaventa non poco i lavoratori del recapito.
“Perdere circa 100 posti di lavoro riteniamo eccessivo per una provincia vasta come Foggia. Pretenderemo e vigileremo sull’ applicazione dei contenuti degli accordi per dare responsabilmente qualità del servizio, diritti ai lavoratori e speranza ad una categoria che da sempre crede in Poste Italiane”.

QUORUM PER REFERENDUM NON RAGGIUNTO NEMMENO A BOVINO

Written by Monday, 18 April 2016 10:08

Deludente partecipazione al voto per questo referendum sulle trivellazioni.

Questo è il risultato di Bovino, perfettamente in linea col dato nazionale:

CONSIGLIO COMUNALE A BOVINO IL 24 MARZO 2016

Written by Wednesday, 23 March 2016 07:27

E' stato convocato il Consiglio Comunale di Bovino il 24 Marzo alle ore 10,00 per la discussione di quattro argomenti dei quali uno proposto dal gruppo di Viva Bovino Viva-La mia città, riguardante  il trattato transnazionale T.T.I.P.

E' stata  convocata anche la Commissione Elettorale alle ore 17,00 dello stesso giorno (Giovedì 24 Marzo)  per la nomina degli scrutatori al referendum  sulle trivellazioni del 17 Aprile prossimo.

Qui di seguito  le convocazioni e la proposta WBV sul trattato TTIP:

 

 

BOVINO: IN ARRIVO L’ ACQUA SALATA IN BOLLETTA

Written by Sunday, 06 March 2016 09:07

Dopo le multe di Natale sulla raccolta differenziata continua la distribuzione di doni da parte dell’ Amministrazione Comunale che ci ha riservato per Pasqua una bella “squarcedde” all’ acqua salata: centinaia  di bollette  per i consumi parziali del 2015 e un nuovo grattacapo per la comunicazione al nuovo gestore AQP dei dati catastali dell’ immobile.

Quest’ ultimo rompipalloni potevano risparmiarselo: il Comune e l’ ufficio preposto hanno già tutti i dati delle utenze, degli immobili, dei proprietari e non gli costa nulla passarli direttamente all’ Acquedotto Pugliese !!

Ci pervengono molte proteste ed osservazioni su quest’ ultimo “regalo” dell’ Amministrazione, molti lamentano incongruenze dando sfogo alla propria ira con invettive che non possono dare alcun risultato perché è al momento opportuno che bisogna reagire con tutti i sistemi e mezzi che la democrazia offre !

Di seguito  la lettera di presentazione e di accompagno del regalo pasquale ai Bovinesi e il modello per comunicare i dati catastali :

 

I nostri contatti :)