You are here: HomeCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (146)

BOVINO: per le bollette pazze dell' acqua, qualcosa si muove

Written by Wednesday, 21 December 2016 09:17

Non è quello che si sperava ottenere con la  richiesta del consigliere di opposizione Lombardi,  ma almeno ha prodotto un annuncio del Sindaco e dell' Amministrazione comunale:

 

 

Questo è l' annuncio dell' Amministrazione Comunale:

Reclami e Richieste di Rettifiche delle Fatture emesse dall’Acquedotto Pugliese

Pubblicata il 20/12/2016

Per agevolare i cittadini che hanno difficoltà nella trasmissione di eventuali reclami o richieste di rettifica delle ultime fatture emesse dall’ Acquedotto Pugliese,
l’ Amministrazione Comunale comunica che è possibile rivolgersi  all’ Ufficio Tecnico per eventuali chiarimenti.
In alternativa il reclamo o la richiesta di rettifica di fatturazione può essere presentato:
  • di persona presso gli Uffici dell’Acquedotto Pugliese Via Scillitani, 5 - Foggia
  • via FAX al numero 080.2313497
  • via PEC all'indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. (con oggetto: RECLAMO oppure RETTIFICA di FATTURAZIONE oppure INFORMAZIONE)
dalla residenza municipale, 20/12/2016
Il Sindaco
F.to  Michele DEDDA 
 
---------------------------------

PER SCARICARE IL MODELLO DI RETTIFICA CLICCARE QUI

 

CONSIGLIO COMUNALE A BOVINO IL 21 DICEMBRE 2016

Written by Friday, 16 December 2016 09:16

E' stata convocata la riunione di Consiglio Comunale di Bovino il 21 Dicembre 2016 alle ore 11,00 con i seguenti argomenti in discussione:

Così come previsto (), la tanto attesa prima bolletta dell’ acqua, sotto la gestione dell’ Acquedotto Pugliese, è finalmente arrivata, scegliendo il momento più giusto, quello delle tredicesime natalizie !! Non sappiamo con quale autorità questi nuovi gestori si permettono di  aprire le tasche dei cittadini e di imporre pagamenti per consumi non avvenuti, di fatto è certo che riescono a mettere in agitazione ed apprensione centinaia di famiglie che adesso devono fare veramente i conti nei sottofondi delle tasche. Infatti non c’è famiglia che non abbia, oltre all’ allaccio idrico di casa principale,  uno nel box, nella cantina, nella casa ereditata ed abbandonata etc.etc. Ebbene, per molte di queste utenze, l’ Acquedotto Pugliese ha inviato bollette di acconto per oltre 260,00 euro, senza aver provveduto ad effettuare le letture dei contatori e dando un periodo molto ristretto per pagare, periodo in cui un utente, pur volendo rendersi conto presso gli uffici dell’ Ente gestore di come si è potuto richiedere tanto, avrà moltissime difficoltà a farlo, visto il periodo di festività.

Bisogna tener conto che, con la chiusura della gestione comunale del servizio idrico, l’ Amministrazione di Bovino ha comunicato a tutti gli utenti il numero dei consumi a contatore  alla data del 1.10.2015 e chiesto i dovuti pagamenti.  Quindi un riferimento di partenza c’è, però manca la lettura finale che l’ AQP avrebbe dovuto effettuare prima della fatturazione.  Tanto non è stato fatto e l’ Ente gestore, d’ imperio, notifica i pagamenti in acconto di presunti consumi che non rispondono ad una logica giustificata.

…e allora uno pensa alle centinaia di lettere raccomandate arrivate pochi mesi fa a tantissimi utenti con cifre esorbitanti per allacci da farsi su utenze già attive (molte richieste superavano i 2.000,00 euro) e lì ci hanno poi detto che s’è trattato di un errore , quindi, di non tenerne conto …. e, se andiamo ancora più indietro negli anni , in campagne elettorali si  sono addossate colpe inesistenti ad amministratori che non pagavano all’ AQP le bollette del Comune e molti hanno creduto fosse vero, dando ragione all’ AQP che ne ha goduto in questi ultimi anni, incassando tutto quello che ha voluto e concordato con la classe dirigente di questo Comune.

Come farà il Cittadino a rincorrere  tutte queste difficoltà?.

E’ il momento in cui l’ Amministrazione Comunale deve intervenire  nei confronti dell’ AQP con molta energia  per evitare tanti disagi e non scrollarsi dalle responsabilità dicendo che il problema non è più di sua competenza! Bisogna chiedere all’ AQP la sospensione di tutte le bollette emesse per i consumi presunti, pretendere la lettura reale dei contatori e la emissione delle fatture sui consumi verificati, dando un discreto margine di tempo a coloro che non risiedono più a Bovino  per effettuare e comunicare l’ auto-lettura  in tutte quelle case e locali chiusi.

Queste sono le bollette in distribuzione:

BOVINO - CONSIGLIO COMUNALE 30 NOVEMBRE 2016

Written by Monday, 28 November 2016 07:39

Il Consiglio Comunale di Bovino si riunirà in seduta straordinaria Mercoledì 30 Novembre 2016 alle ore 11,00 per discutere 5 argomenti di cui all' ordine del giorno seguente:

Bovino - Nominati gli scrutatori delle 5 sezioni

Written by Friday, 11 November 2016 12:24

La Commissione Elettorale ha designato gli scrutatori per il Referendum Costituzionale.

Non è stata accolta la proposta di Lombardi  per la nomina a sorteggio tra gli iscritti all' albo e si è proceduto alla segnalazione diretta.

...c'è da dire che è stato affisso un manifesto per la riunione e che nessun cittadino è stato presente per assistere a questa Commissione !!

Di seguito il manifesto, il  verbale della Commissione ed  i nominativi degli scrutatori titolari e dei supplenti:

 

 

 

Le ragioni per votare NO al referendum che sta dividendo l' Italia sulla modifica della Costituzione Italiana.

L' invito alla partecipazione a questo incontro  con Marco Barbieri e Mario Nobile, rivolto alla cittadinanza  dai Consiglieri Comunali Stefania Russo e Leonardo Lombardi, è stato  diffuso con un volantinaggio porta a porta da parte di volontari e l' incontro si è svolto, così come previsto, con la partecipazione della cittadinanza e di studenti. Dopo le presentazioni ed i ringraziamenti all' Amministrazione per aver concesso la sede del Museo Civico e alla Presidente dell' Archeoclub di Bovino Prof.ssa Roccotelli A. , i relatori hanno ampliamente spiegato le ragioni del No a questo referendum. Sono seguite domande  da parte del pubblico e le conseguenti risposte che hanno fatto protrarre i lavori per un tempo molto più lungo del previsto.

SETTIMANA FUNEREA A BOVINO ED IN CAPITANATA

Written by Tuesday, 18 October 2016 06:52

Continuano le brutte notizie relative a  dipartite improvvise ed inaspettate di persone conosciute nel nostro paese, giovani e anziane. La popolazione diminuisce sempre di più ed i  giovani si allontanano, chi per studio e chi in cerca di lavoro. Ora persino gli anziani s' informano sulle nazioni estere in cui si può vivere meglio con la pensione ma non sanno le difficoltà a cui potranno andare incontro, a cominciare dalla lingua, dall' assistenza, dalla mancanza di amicizie e di quel vivere modesto ma tranquillo del nostro piccolo paese. Fa riflettere la mancanza di rientro di quelle persone che, emigrate negli anni cinquanta/sessanta, fino a pochissimi anni fa, decidevano di ritornare a Bovino e consumare qui gli ultimi anni della propria vita; di coloro che esprimevano ai figli  la volontà di essere portati qui, nella propria terra, in caso di decesso altrove e di essere qui seppelliti. I tempi cambiano, è vero, ma questi mutamenti generano dispersione, allontanamento...annullamento di affetti, usi, costumi, tradizioni e piccoli paesi!!

 I giornali ed i media locali parlano poco di questo fenomeno incalzante ma è un tema che non vogliamo trascurare e se ci sarà collaborazione da parte di chi ci legge, a breve su questo sito ci sarà uno spazio d' informazione sulle persone che vengono a mancare qui a Bovino.

E' di pochi giorni fa la notizia della morte di Pietro Carmeno che molti Bovinesi hanno conosciuto per il suo impegno in politica e nel sindacato, persona che ha meritato rispetto e riconoscenza, per il quale ci piace trascrivere l' articolo della Gazzetta del Mezzogiorno di sabato scorso:

AVVISO DEL COMUNE DI BOVINO:

Concessione bonus a favore delle utenze deboli del Servizio Idrico Integrato della Puglia. Periodo di agevolazione consumi 2015

Si avverte la cittadinanza che in data 11 agosto scorso è stato pubblicato il nuovo avviso per la concessione di agevolazioni tariffarie a favore delle utenze deboli del Servizio Idrico Integrato della Puglia, consistenti in un rimborso annuale pari al costo del fabbisogno idrico standard e del relativo servizio di fognatura e depurazione, calcolato sulla base delle diverse tipologie di beneficiari utenti di AQP residenti in Puglia che versano nelle condizioni disagiate come definite nel medesimo avviso. Le agevolazioni saranno concesse per l’annualità di consumi 2015 ai cittadini che nel medesimo periodo sono rientrati nella agevolazione in una o più categorie previste dal “bonus elettrico” in qualità di clienti domestici del servizio elettrico.
Gli utenti, direttamente intestatari o in condomini, di fornitura idrica AQP residenti nella Regione Puglia possono presentare domanda per accedere ai contributi relativi al “Bonus Idrico Puglia 2016” dal 1° ottobre al 31 dicembre 2016.
Per ogni informazione visitare il sito istituzionale dell’Autorità Idrica Pugliese – www.aip.gov.it- o rivolgersi dal prossimo mese di settembre ai Servizi sociali e scolastici del Comune nelle ore di apertura al pubblico.
In allegato Avviso della Autorità Idrica Pugliese dell’11.08.2016.
Il Responsabile di Settore
Dott.ssa A. De Carlo

FOTO Monti Dauni, summit dei sindaci. Invitati Emiliano e DelrioNel Patto per la Puglia sono  stati stanziati 30 milioni per l'ammodernamento della rete viaria dei Monti Dauni, ma per i sindaci sono insufficienti per mettere in sicurezza un territorio che si sta sgretolando sotto i colpi di piogge torrenziali e dissesto idrogeologico. Di questo e di altri problemi che attanagliano la montagna foggiana si è discusso oggi a Bovino nel corso di una riunione convocata dal presidente del Progetto aree Interne e primo cittadino di Bovino, Michele Dedda. Su 29 sindaci invitati se ne sono presentati appena 10 (Accadia, Candela, Rocchetta S. Antonio, Sant'Agata di Puglia, Alberona, Celenza Valfortore, Orsara di Puglia, Deliceto e Anzano). Troppo pochi per arrivare ad una decisione unanime. Tuttavia, alla fine dell'incontro, è stato deciso di predisporre un documento attraverso il quale si evidenziano le emergenze e le priorità per salvare i Monti Dauni. Inoltre già domani partiranno le lettere al Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e al presidente della Puglia, Michele Emiliano, a raggiungere al più presto i Monti Dauni per rendersi conto personalmente dei problemi. "Solo restando uniti possiamo ottenere qualcosa. Purtroppo - ha ribadito Dedda - i nostri comuni evidentemente  non pesano molto a livello politico rispetto a centri come San Severo, Manfredonia e la stessa Foggia. Ecco perchè è indispensabile fare rete per ottenere qualcosa. E se è necessario siamo pronti ad uscire dall'Area vasta Capitanata 2020 e andare avanti per conto nostro". "I finanziamenti per la Capitanata nel Patto - ha aggiunto il sindaco di Sant'Agata, Russo - sono stati decisi a Foggia durante la Giunta regionale convocata a Palazzo Dogana. Chi, come il sindaco di manfredonia, ha urlato il proprio disappunto è stato accontentato, chi come noi eravamo in pochi e senza idee, non abbiamo avuto nulla". "I progetti esecutivi ci sono dal 2008, compreso quello per il completamento della strada regionale n. 1, la famosa pedesubappenninica" - aggiunge Nicola Gatta, sindaco di Candela.

BOVINO, 19/09/2016 21:44:04 di Redazione di Teleradioerre

 

 

 

E’ apparso sui muri del paese un foglietto formato A4, sgualcito ed illegibile, dal quale si riesce  a mala pena di capire dagli stemmi che è di provenienza comunale, a firma del responsabile del settore economico finanziario,  senza data di emissione.

Questi mini avvisi, …che siano di dimensioni così ridotte…siamo abituati ed a nulla servono le imprecazioni dai banchi di opposizione ad usare manifesti più grandi; ….che siano illeggibili, è lo stesso discorso di prima…. (manca l’ inchiostro o la fotocopiatrice va male);  che siano incomprensibili nel contenuto, è come un invito a  leggere e rileggere cercando di capire meglio; …. ma che poi non siano datati … questo ti fa venire il sospetto e ti fa pensare che qualcosa non quadra.

La verità è che qualcuno si è accorto ( o meglio: all’ ufficio tributi  è stato fatto notare) che il Regolamento IMU del Comune di Bovino non è allineato con la normativa nazionale in materia IMU dal 2015 per coloro i quali risiedono all’ estero e sono  iscritti nei registri A.I.R.E  (Anagrafe Italiani Residenti all’ Estero), in condizioni di pensionati e possidenti di un’ unica abitazione in Italia che non risulti in uso o in fitto ad altre persone, possono usufruire dell’ esenzione da IMU e  del 75% di riduzione da Tari-Tasi etc..  Sicché, per aver ragione in probabili contenziosi, dal Comune di Bovino,  si è ritenuto di informare la cittadinanza con questo sistema , lasciando passare così la cosa inosservata ed avere messo una pezza in un settore in cui di toppe se ne stanno mettendo troppe.

Per chi si trova in condizioni di residente all’ estero, è pensionato ed è iscritto all’ AIRE,  è consigliabile leggere questo avviso e, magari, di conservare la foto dell’ avvenuta pubblicazione….non si sa mai !!

L' avviso:

 Qui di seguito la testata della pubblicazione del manifesto pubblicata sul sito del Comune:

I nostri contatti :)