You are here: Home

Finalmente assegnata la Bandiera Arancione anche al Comune di Bovino.

Written by  admin Published in AMBIENTE Thursday, 05 December 2013 08:11
Rate this item
(0 votes)

Dopo i Comuni limitrofi di Orsara di Puglia, Sant’ Agata di Puglia, Pietramontecorvino, Rocchetta S. Antonio, Alberona e altri della Puglia, è stato assegnata la Bandiera Arancione anche a Bovino.

La Bandiera arancione è il marchio di qualità turistico ambientale del Touring Club Italiano rivolto alle piccole località dell'entroterra che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità.

L’ottenimento del marchio avviene in base a diversi criteri tra i quali: la valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell'ambiente, la cultura dell'ospitalità, l'accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici. 
Il marchio è temporaneo e subordinato al mantenimento dei requisiti nel tempo; la verifica avviene ogni tre anni con una tempistica fissata da TCI a livello nazionale, valida per tutti i Comuni a prescindere dall’anno di assegnazione del riconoscimento.

La Bandiera arancione è uno degli strumenti con il quale il Touring garantisce ai turisti qualità e accoglienza e alle località uno strumento di valorizzazione.

Il Programma territoriale Bandiere arancioni, in coerenza con i principi sui cui si fonda il TCI, promuove la conoscenza di luoghi poco conosciuti ma di grande pregio e stimola il viaggiatore a visitare questi luoghi assaporandoli, ma al tempo stesso avendone cura proprio perché preziosi.

La Bandiera arancione intende stimolare una crescita sociale ed economica attraverso lo sviluppo sostenibile del turismo.

In particolare, gli obiettivi sono:

  • la valorizzazione delle risorse locali;
  • lo sviluppo della cultura dell’accoglienza;
  • lo stimolo dell’artigianato e delle produzioni tipiche;
  • l’impulso all’imprenditorialità locale;
  • il rafforzamento dell’identità locale.

 

Dispiace leggere la dichiarazione del primo cittadino  alla testata giornalistica Teleradioerre, sottolineando solo tre attività che, secondo lui, avrebbero fortemente contribuito all’ assegnazione della bandiera arancione: “… una serie di offerte che vanno dal costante aumento di strutture ricettive nel borgo, alla piscina e alla imminente apertura di un centro benessere nel centro storico",

che significa, per molti altri cittadini:

 1-distruzione del Centro Storico di Bovino (vedi le recenti variazioni pilotate del Piano di Recupero del Centro Storico);

2- Piscina Comunale  già costretta a chiudere qualche giorno fa  per la solita “tecnica dello sputacchio” nella realizzazione dei  lavori, tecnica preferita dalle amministrazioni dallo stesso guidate ;

3- Propaganda ad attività di business che nulla hanno a che fare con le antiche terme ancora conservate nel sottosuolo del Centro Storico di Bovino, tantomeno nulla hanno a che vedere con    l’ offerta turistica.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Di seguito l’ articolo di  Teleradioerre

 

Monti Dauni nell´elite del turismo: anche Bovino Bandiera Arancione

BOVINO,

04/12/2013 9.24.08 di Saverio Serlenga

Da oggi la Capitanata ha un nuovo comune "Bandiera Arancione". Si tratta di Bovino, la perla dei Monti Dauni, il borgo degli ottocento portali di pietra. Va ad aggiungersi ai comuni di Alberona, Orsara, Sant'Agata di Puglia, Pietramontecorvino e Rocchetta S. Antonio a conferma del miglioramento intrapreso da molte località dell’entroterra dauno. Il Comune di Bovino, dopo essere stato sottoposto ad una rigida selezione condotta attraverso l’applicazione del Modello di Analisi Territoriale del TCI, è risultato in linea con gli standard turistico-ambientali previsti. Orgoglio e soddisfazione da parte del sindaco Michele Dedda. "Un ulteriore passo in avanti nell'opera di valorizzazione e crescita socio-economica che stiamo attuando attraverso il miglioramento qualitativo dei servizi turistici. Bovino - ha aggiunto Dedda - negli ultimi anni è riuscita ad incrementare le presenze turistiche grazie alle sue bellezze ma anche ad una serie di offerte che vanno dal costante aumento di strutture ricettive nel borgo, alla piscina e alla imminente apertura di un centro benessere nel centro storico".

 

Read 5704 times Last modified on Saturday, 14 December 2013 18:52

I nostri contatti :)