You are here: Home

BOVINO: MALCONTENTO PER IL LICEO TRASFERITO NELL' EX CARCERE MANDAMENTALE

Published in News Monday, 25 November 2013 18:26

Sono forti i dissapori e le proteste per l' allocazione, seppur provvisoria, della sede del Liceo Lanza di Bovino.

Questo è il commento scritto in calce al filmato su Youtube con le riprese di Telenorba:

"CELLE CON LE SBARRE TRASFORMATE IN AULE DI SCUOLA. SONO QUELLE DEL VECCHIO CARCERE MANDAMENTALE DI BOVINO, NEL FOGGIANO. A FREQUENTARLE, PER INAGIBILITA' DELLA PROPRIA SEDE SCOLASTICA, SONO GLI STUDENTI DEL LICEO SCIENTIFICO."

Certo è che il primo cittadino non afferma il vero quando dice di non avere altri ambienti disponibili, quasi come se non sapesse che proprio  quello stesso edificio, oggi sede del Comune,  per decenni ha avuto la funzione di contenitore scolastico, per cui basterebbe spostare gli uffici comunali del piano terra in tantissimi ambienti degli altri piani tutt' ora vuoti o malamente utilizzati !! La proposta, poi, di spostare il Liceo presso gli edifici della ex-comunità montana è davvero scellerata: pensate che nella ex sede del Liceo, nel centro storico (piazza municipio) l' Amministrazione "ospita" a titolo gratuito il Gal Meridaunia che, a sua volta, aveva la sede lì dove ora il Sindaco vuol mandare gli studenti: lontano dal paese ed in ambienti per nulla idonei ad ospitare un istituto scolastico...insomma si è fatto cambio dell' occhio con la coda !!

Da Teleradioerre:

BOVINO,
14/11/2013 17.59.19 di Redazione

Trecca: "Forte riprovazione nei confronti dell’operato del Comune di Bovino"

Giuseppe Trecca, dirigente scolastico del Liceo Classico “Vincenzo Lanza” di Foggia – sezione di Bovino, esprime un forte disappunto nei confronti del comportamento dell’Amministrazione Comunale del centro appenninico “che alle 13.55 di oggi – commenta Trecca attraverso un comunicato stampa - senza ancora avere ricevuto un’ordinanza sindacale di chiusura della scuola, viene a sapere che domani, probabilmente, la scuola resterà chiusa. Tutto ciò senza che sia stato possibile, in assenza di ogni comunicazione formale, predisporre alcuna informativa nei confronti della scuola, degli alunni e delle loro famiglie”.
Il Dirigente Scolastico declina ogni responsabilità verso gli alunni e le loro famiglie che “neppure avvisate dall’Amministrazione, né dalla scuola (in quanto non ancora in possesso di alcuna ordinanza sindacale) potrebbero domani trovarsi con una scuola chiusa, senza alcuna organizzazione di vigilanza sui minori, con una scuola chiusa e senza alcuna certezza su quando potranno rientrare”.
“L’Amministrazione di Bovino, da sempre sorda nei confronti delle esigenze della scuola, continua in un atteggiamento che è difficile qualificare” le conclusioni del dirigente scolastico Trecca.

 

 

Last modified on Monday, 25 November 2013 19:21

I nostri contatti :)