Print this page

SI RITORNA A PARLARE DI DISASTRO AMBIENTALE A GIARDINETTO

Written by  admin Published in articoli x modulo scroll prima pagina Friday, 28 April 2017 19:29
Rate this item
(0 votes)

         Non è la prima volta che questo sito mette in evidenza       l’ enorme pericolosità dell’ ex fabbrica di mattoni (la fornace) di Giardinetto, a pochi chilometri da Bovino in cui han lavorato tantissimi Bovinesi  .

In questi giorni è stato trasmesso un servizio delle Iene sui canali Mediaset che riporta la gravissima situazione del sito contaminato, in totale abbandono e già sotto gli obiettivi dell’ emittente LA7 , di cui pubblicammo  il video su queste pagine, mentre un altro filmato è visibile sulla pagina home di nardino.it nel riquadro del video del giorno.

Ora riportiamo quest’ articolo dello Stato Quotidiano, sperando che l’ impegno preso dal Presidente della Regione venga mantenuto in tempi brevissimi:

VIDEO:

Come ormai spesso accade, ci vogliono “Le Iene” per portare all’attenzione del grande pubblico i gravi problemi della nostra terra. Durante la trasmissione di Italia 1, infatti, è andato in onda il servizio relativo alla “bomba” ecologica presente in località Giardinetto, a pochi km da Foggia ma nel territorio di Troia, che ha mostrato la sconcertante situazione attuale del sito di stoccaggio di rifiuti tossici presente in loco. Un agglomerato di capannoni che, come spiegato dall’inviato Giulio Golia, vedrebbe l’accumulo di materiali pericolosi per un quantitativo stimato compreso tra le 125mila e le 250mila tonnellate, provenienti da tutto il mondo (compreso il nord Italia) ed ammassate all’interno delle stesse strutture o addirittura sotterrate da circa vent’anni, quando le forze dell’ordine sequestrarono l’impianto.

A sconcertare più di tutto è l’attuale conservazione dei rifiuti, divisi tra montagne di polveri pericolose, pronte a prendere il volo ad ogni folata di vento, e sacchi completamente deteriorati, che permettono lo sversamento delle sostanze in tutta l’area circostante. Presente, inoltre, anche un grosso quantitativo di eternit, spesso danneggiato e dunque libero di rilasciare fibre di amianto altamente nocive per la salute.

Il servizio racchiude inoltre un intervento delle istituzioni, con il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, ed il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, a dire la propria sulla questione Giardinetto, con il presidente pugliese che ha assicurato la possibilità di aiutare economicamente il comune dauno nella bonifica del sito. La speranza è che questa brutta vicenda, che ormai dura da troppo tempo, possa avere una soluzione in tempi immediati che permettano di mettere la parola fine ai rischi corsi dai cittadini del vicino borgo e di tutta la provincia.

  (A cura di Salvatore Fratello, Foggia 27.04.2017) 

Read 1488 times Last modified on Friday, 02 June 2017 17:44