You are here: HomeArchivioCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (151)

 

E’ apparso sui muri del paese un foglietto formato A4, sgualcito ed illegibile, dal quale si riesce  a mala pena di capire dagli stemmi che è di provenienza comunale, a firma del responsabile del settore economico finanziario,  senza data di emissione.

Questi mini avvisi, …che siano di dimensioni così ridotte…siamo abituati ed a nulla servono le imprecazioni dai banchi di opposizione ad usare manifesti più grandi; ….che siano illeggibili, è lo stesso discorso di prima…. (manca l’ inchiostro o la fotocopiatrice va male);  che siano incomprensibili nel contenuto, è come un invito a  leggere e rileggere cercando di capire meglio; …. ma che poi non siano datati … questo ti fa venire il sospetto e ti fa pensare che qualcosa non quadra.

La verità è che qualcuno si è accorto ( o meglio: all’ ufficio tributi  è stato fatto notare) che il Regolamento IMU del Comune di Bovino non è allineato con la normativa nazionale in materia IMU dal 2015 per coloro i quali risiedono all’ estero e sono  iscritti nei registri A.I.R.E  (Anagrafe Italiani Residenti all’ Estero), in condizioni di pensionati e possidenti di un’ unica abitazione in Italia che non risulti in uso o in fitto ad altre persone, possono usufruire dell’ esenzione da IMU e  del 75% di riduzione da Tari-Tasi etc..  Sicché, per aver ragione in probabili contenziosi, dal Comune di Bovino,  si è ritenuto di informare la cittadinanza con questo sistema , lasciando passare così la cosa inosservata ed avere messo una pezza in un settore in cui di toppe se ne stanno mettendo troppe.

Per chi si trova in condizioni di residente all’ estero, è pensionato ed è iscritto all’ AIRE,  è consigliabile leggere questo avviso e, magari, di conservare la foto dell’ avvenuta pubblicazione….non si sa mai !!

L' avviso:

 Qui di seguito la testata della pubblicazione del manifesto pubblicata sul sito del Comune:

Due argomenti in discussione al prossimo Consiglio Comunale  convocato in sessione ordinaria alle ore 10,00 di Giovedì 18 Agosto 2016 :

http://www.nardino.it/images/CONSIGLICOMUNALI/2016CC/CC18082016/CC18.08.2016%20CONV.jpg

RANDAGISMO A BOVINO - SI ACUISCE IL PROBLEMA

Written by Thursday, 04 August 2016 11:10

Una segnalazione molto forte da parte del signor Gaetano Lombardi è stata fatta alle autorità territoriali per sollecitare un urgente provvedimento che freni il fenomeno del randagismo canile che in questi mesi ha raggiunto livelli di notevole rischio nel paese. 

Non basta, in effetti, la lodevole azione di alcuni volontari che lavorano continuamente per arginare la situazione, col rimetterci tempo, danaro e disponibilità a portare alcuni cani dal veterinario, accudirli e dare loro anche una sistemazione presso privati ... occorre l' intervento pubblico ( perché ogni responsabilità in merito ricade sul Sindaco).

La segnalazione è stata fatta recapitare anche a questo sito per darne notizia a tutti e far capire che con questi abbandoni dei cani nel periodo estivo, la situazione potrebbe arrecare seri danni a persone, specie in luoghi affollati come la villa comunale in cui si vedono tantissimi proprietari di cani di grande mole, portarli a spasso senza museruola ed assistere a veri duelli tra cani rabbiosi e minacciosi.

La segnalazione fattaci pervenire è questa:

 

Come da copione di questa maggioranza amministrativa al Comune di Bovino, ad una interrogazione sull' aver trasferito da anni l' archivio storico di Bovino presso Monteleone di Puglia, senza per nulla entrare nel merito come un buon amministratore dovrebbe  per un' operazione compiuta ai danni delle casse comunali per una spesa inutile di circa 29.000,00 euro, al solo fine di far contento chi per molti anni ha avuto le mani su tutto il nostro territorio montano per accaparrarsi consensi e potere, ha passato la domanda  al responsabile di settore  pro-tempore  il quale, in maniera asettica, liquida la questione che, invece, merita molta più attenzione da parte degli amministratori  e, soprattutto,  impegno per porre fine, in tempi brevi, al disagio di chi ha necessità di consultare l' archivio storico di Bovino, ai rischi paventati nell' interrogazione e a  questo spreco di denaro pubblico.

Di seguito la risposta del Sindaco all' interrogazione di Lombardi, seguita dalla contro risposta che il Consigliere ha fatto in chiusura sull' argomento:

 

L' interrogazione:

 

 

*********************************************************************

 

La risposta:

 

 

******************************************************************

 

La replica alla risposta :

 

CONSIGLIO COMUNALE A BOVINO IL 28 LUGLIO 2016

Written by Saturday, 23 July 2016 09:56

E'stato convocato il Consiglio Comunale in sessione ordinaria per le ore 10,00 del 28 luglio prossimo.

Tra gli argomenti in discussione c'è l' interrogazione del rappresentante di "Viva Bovino viva-La mia città" riguardante l' Archivio Storico del Comune di Bovino, da qualche anno trasferito a Monteleone di Puglia.

Di seguito riportiamo il testo dell' interrogazione e l' Ordine del Giorno notificato:

 

***************************************************************************

 Gli argomenti in discussione sono i seguenti:

BOVINO - BANDO PER LE CASE POPOLARI

Written by Thursday, 21 July 2016 06:09

E' stato pubblicato il 15 luglio il Bando di concorso e relativi allegati per la formazione di una graduatoria da utilizzare per l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi di E.R.P. (Edilizia Residenziale Pubblica), disponibili e/o che si renderanno disponibili nel Comune di Bovino, evidenziando le seguenti date di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione:

  • 45° giorno dalla pubblicazione per i soggetti residenti;

  • 60° giorno dalla pubblicazione per i lavoratori emigrati all’estero residenti in Europa;

  • 75° giorno dalla pubblicazione per emigrati all’estero residenti in paesi extracomunitari

IL BANDO (Click e scarica):

LA DOMANDA (Click e scarica):

LA SCHEDA DEI REDDITI DEL NUCLEO FAMILIARE (CLICK E SCARICA)

 

 

da scaricare:

-BANDO -

-DOMANDA DI PARTECIPAZIONE-

-SCHEDA REDDITO FAMILIARE-

SOGGIORNO CLIMATICO ESTIVO PER GLI ANZIANI DI BOVINO

Written by Saturday, 16 July 2016 06:56

Scade il 29 Luglio p.v. il termine per la presentazione delle domande di partecipazione al soggiorno climatico per anziani presso Marebello di Rimini dal 4 al 16 settembre 2016. Modalità di partecipazione in questo avviso del Comune:

E’ arrivato il sollecito del pagamento della 2^ rata della  tassa sui rifiuti 2014(TARI) a un gran numero di contribuenti bovinesi.

Pare che non risulti pagata una rata dei rifiuti la cui scadenza era al 31 Ottobre 2014 (venerdì);  motivo per cui chi avesse voluto pagare il giorno dopo,   sabato  festivo (1° Novembre), avrebbe potuto farlo solo due giorni dopo (lunedì) .

 Gli Uffici Comunali, anziché verificare i pagamenti pervenuti nei giorni successivi a quella scadenza e magari chiedere ai contribuenti distratti una piccola sanzione per il giorno di ritardo, hanno inviato il sollecito di pagamento dell’ intera rata maggiorata di spese aggiuntive varie !!

Notevole, quindi, il disagio di tanti cittadini che adesso sono costretti a noiose ricerche di ricevute e perdita di tempo per dimostrare agli uffici di aver pagato ! Non parliamo poi di spese che il Comune affronta per questi inconvenienti che ora interessano solo una parte di cittadini ma qualche giorno fa hanno coinvolto  l’ intera Amministrazione per un Bilancio consuntivo sballato e da dissesto, portato in Consiglio più di una volta per le correzioni , qualche settimana fa  per il Bilancio di previsione  2016 anch’ esso malamente allestito ed improvvisato !!

Sfortunato anche chi ha pagato l’ ultimo giorno di scadenza   attraverso  altri sistemi che non siano banca o posta  (Lottomatica-tabaccherie etc.) e peggio andrà a finire per chi è all’ estero se non leggerà  questo sollecito recapitato per posta ordinaria o che,  pur avendo pagato,  non potrà dimostrare nei termini   l’ avvenuto pagamento  !!

 

   Non c’è solo puzza di nafta o gasolio fatto uscire da qualche cisterna, fusto  o deposito nella villa comunale di Bovino e sversato  a cielo aperto  alle spalle della chiesa per cui occorre l’ immediata verifica per il rischio di autocombustione;

 

   non c’è solamente lo sfregio degli alberi  e dei lampioni nella parte bassa della villa  come non ci sta solo l’ abbandono della fontana antistante la chiesa di Sant’ Antonio nella quale i ragazzini si divertono a scalare  sull’ acciottolato rappresentativo di un centro storico abbandonato a se stesso;

 

     così come non ci sono, in villa,  solo porte di campi di calcio più comode di quelle della biblioteca o della stessa chiesa verso cui i ragazzini indisturbati possono indirizzare le pallonate sempre più potenti e  scaricare le tensioni degli Europei di calcio 2016;

 

   così come non ci sono, sempre in villa, percorsi più belli per ciclisti (non tanto ragazzini) che scansano   a malapena  i traguardi mobili costituiti da vecchietti o bambini che stanno perdendo quella tranquillità che la villa ha da sempre offerto ai Bovinesi e villeggianti, interpretando così il divieto di accesso alle biciclette senza ciclista (mentre quelli col ciclista possono entrare) ;

 

   così come non ci sono posti più comodi e belli per portare a passeggio cani e gatti, dalle stazze sempre più grandi , dall’ aria sempre più minacciosa perché più vien dimostrata l’ aggressività dell’ animale, più ne gode il proprietario che non si preoccupa nemmeno delle conseguenze  gravissime  se l’ aggressione di un cane si scaricasse su un bambino o su una persona anziana ed indifesa;

 

   non c’ è nemmeno  il divieto di urinare  all’ aria aperta in uno dei giardini più belli della zona e che tanti altri paesi c’ invidiano.

 

C’è, purtroppo,  la consapevolezza di chi, forse, non riuscendo a far sentire queste preoccupazioni alle autorità preposte o alle persone stesse che trasgrediscono le regole che ci sono e che sono ben visibili, si rivolge a noi  in incognito,  ai media, alla stampa senza quel coraggio di firmarsi: è un grave sintomo questo …  c’è paura di parlare…c’è omertà e quindi complicità !!.

         Non è  difficile intuire la provenienza dello scritto  per evidenti  apparentamenti  a persone che hanno fatto politica locale;  non pubblichiamo lettere anonime quando queste hanno finalità nascoste e negative. 

Questa volta facciamo l’ eccezione perché suoni come campanello d’ allarme a che vengano presi provvedimenti urgenti per la salvaguardia dell’ incolumità e  della salute cittadina.

 http://www.nardino.it/images/BOVINO/bovinovilla/omert%C3%A01.jpg     Pubblichiamo perché per noi non è anonimo chi ci ha inviato la lettera e perché non si può rimanere indifferenti di fronte a quanto sta accadendo.

 Questa è  la lettera e le fotografie che ieri abbiamo ricevuto per posta ordinaria: 

I GIARDINI DUCALI DI BOVINO EMULANO L' AMAZZONIA ?

Written by Friday, 10 June 2016 16:58

Pare di sì, visto il contenuto di questa comunicazione fattaci pervenire dal signor Gaetano Lombardi per informarci sullo stato di degrado in cui versano i giardini del palazzo ducale di Bovino. Le foto scattate dal signor Gaetano dalla finestra di casa sua parlano anche chiaro e sono la dimostrazione di quanto stia a cuore del popolo bovinese il risanamento necessario ed urgente delle aree. Persino sulla  rete è partita l'  iniziativa di un gruppo che si fa promotore per una raccolta di fondi al fine di risanare il giardino in cui sono allocati diversi busti marmorei che hanno richiamato l' interesse di fotografi noti in un periodo nemmeno molto remoto  in cui questi giardini furono aperti al pubblico per lo svolgimento di molti avvenimenti culturali.

La rabbia del signor Gaetano è come un' esplosione contro un' indifferenza plateale della Curia che non interviene da anni per la pulizia ed il mantenimento di questo bene che dovrebbe essere di utilità pubblica.

Questa è la lettera con la quale il signor Gaetano chiede alle autorità terrene di intervenire ....

Gaetano Lombardi- 71023 Bovino – Via Castello n. 24

e p.c.

Al la Curia – Al Sindaco- alla Stampa- Lega Ambiente – Italia Nostra – Fai – Archeoclub- Asl- Unesco –Vittorio Sgarbi – Eredi De Guevara

***********************

Rivolgo questo scritto alle autorità preposte alla salvaguardia del patrimonio ambientale, architettonico, storico, culturale italiano per segnalare una situazione  incresciosa che vede sì, in prima persona, il sottoscritto interessato quale confinante di un giardino ducale che ha avuto la malasorte di essere passato in proprietà di una Curia Vescovile (quella di Foggia-Bovino) dopo la sventurata vendita da parte degli eredi Duca De Guevara, per finalità sociali molto nobili ma che, nonostante i tantissimi tentativi di fare business e di accaparramenti di fondi pubblici di ogni sorta, sta in uno stato di degrado e di abbandono che arreca solo danni alla comunità e, quindi, al sottoscritto.

Parlo  dei giardini del palazzo ducale  di Bovino, in una situazione strategica di uno dei Borghi più belli d’ Italia,  stupenda cornice di un palazzo ducale che è meta tutt’ oggi di stranieri, di studenti, di turisti, poeti e storici.

Non riporto qui le tantissime narrazioni di libri  e di  ricerche facilmente rintracciabili con i mezzi che il campo della cultura oggi ci offre, ma ritengano le autorità in indirizzo  questo come un invito a verificare lo stato attuale di un  gioiello che la collettività sta irrimediabilmente perdendo per incuria di una Curia attenta solo a catturare fondi pubblici senza ricambiare la società per quello che prende.

La Curia è già stata interessata più volte per risanare quei giardini, almeno nella parte  che provoca direttamente danni ai privati confinanti (me compreso);

Il Sindaco è a conoscenza  dello stato di abbandono ma manca di incisività per la tutela della salute pubblica di quei cittadini costretti a vivere in case prospicienti i giardini ma ai quali non è più data la possibilità di aprire le finestre  in ogni periodo dell’ anno;

La Stampa  viene spesso informata dello stato dei luoghi ma che è interessata a far vedere solamente i lati positivi del Borgo, succube anche di un potere ecclesiastico che in questi piccoli paesi è sempre predominante, più della politica e del buon senso;

 le Associazioni Ambientaliste  corrono lì dove meglio gli pare;

l’ Archeoclub gira la testa dall’ altra parte dei giardini per non aver contro autorità istituzionali-religiose e pare che ignorino l’ esistenza in quei giardini di  busti lapidei che ancora resistono alle intemperie ed alla non curanza;

l’ Unesco è stato già interessato dalle autorità cittadine per una tutela più riconosciuta del sito;

Sgarbi ed altri critici d’ arte hanno avuto occasione di vedere i giardini ducali solamente in notturna, dall’ esterno o ammirare  qualche opera custodita (copia-dipinto del Mattia Preti ) all’ interno del Palazzo Ducale;

L’ Asl dovrà svolgere il suo ruolo intervenendo  nei luoghi, in pieno centro cittadino, in cui per l’ incuria sorgono focolai d’ infezione per carcasse putride di animali di ogni specie (volatili, ratti, randagi e rettili);

Gli eredi De Guevara devono sapere che il vincolo dell’ alienazione del Palazzo alla Curia non è rispettato da molti anni;

Il Signor Vescovo della Curia Foggia/Bovino ed suoi adepti preposti alla cura del Palazzo Ducale di Bovino faranno bene ad  includere tra le litanie quotidiane, la preghiera per il sottoscritto e per gli altri cittadini che soffrono per questa situazione, a che non si ammalino e che vadano ugualmente in Paradiso, nonostante  le  bestemmie e le cattive imprecazioni a loro rivolte per questo fatto.

 

                                                              Con ossequi

                                                      Gaetano Lombardi

                            

Bovino, li 10 Giugno 2016

 

 

 

 

 

...

 


                      

I nostri contatti :)