You are here: HomeArchivioNews

News (379)

Lellentesque elit justo, dictum at facilisis nec, aliquam dignissim lectus. Donec gravida dolor in tortor convallis mollis. Donec vel risus ut turpis viverra faucibus. Aenean viverra quam sed nunc consequat vitae aliquam nisl eleifend. Praesent eros nisi, fringilla sed hendrerit nec.

Arte Cultura e Spettacoli (43)

Maecenas ligula velit, pharetra ut sagittis at, malesuada eget elit. Nunc auctor tellus et neque blandit at convallis justo commodo. Duis ornare velit eget ligula sagittis at feugiat magna accumsan. Nulla feugiat, mauris non ullamcorper accumsan, dui lectus interdum lectus, nec condimentum id velit.

CONCORSO POESIA DIALETTALE BOVINESE 2017

CONCORSO POESIA DIALETTALE BOVINESE 2017

     Quest' anno l' assenza di prestigiose firme di autori che per molti anni ha ...

MORE

Durante l ’ultima seduta del Consiglio Comunale di Bovino tenutasi giovedì 30 marzo 2017, si è approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2017-2019 con i  voti favorevoli della maggioranza e quelli contrari dei consiglieri Lombardi e Russo. Sono state riconfermate le tariffe IMU-TASI ed Addizionale Irpef che essendo state applicate al massimo consentito negli anni precedenti, non potevano essere ulteriormente aumentate.

Invece è stato previsto l’ aumento della tassa sui rifiuti, dimostrazione di quanto valgano le promesse pre-elettorali ed i metodi applicati per la raccolta differenziata che, così come vien fatta, produce solo effetti negativi in termini di aumento delle tariffe e aumento della sporcizia per le strade cittadine, urbane ed extra-urbane.

Come se non bastasse,  son previsti altri grattacapi per gli emigrati iscritti all’ AIRE per una modifica apportata al regolamento dell’ imposta unica comunale (IUC)  e per quei cittadini che usufruiscono dell’ acquedotto rurale (sono tre le reti rurali a Bovino), la cui gestione è rimasta ed è regolamentata dal Comune di Bovino che continuerà a pagarne la manutenzione e tutti i costi di gestione, mentre l' Acquedotto Pugliese incasserà regolarmente i consumi, a prescindere dai guasti, perdite, abusi etc..

 Con le modifiche apportate ai regolamenti  i concittadini residenti all’ estero dovranno presentare una dichiarazione per poter usufruire della riduzione di 2/3  della tassa sui rifiuti e dell’ esenzione IMU per la casa di prima abitazione; mentre  chi è allacciato per il servizio idrico ad uno dei tre acquedotti rurali che l’ Acquedotto Pugliese non ha voluto  prendere in carico, sarà obbligato a trasferire a proprie spese i contatori dell’ acqua sul confine con la strada di accesso delle abitazioni-masserie-villette etc. 

Le proposte dell’ opposizione sia in Consiglio Comunale e sia nella riunione dei Capigruppo,  alternative a queste modifiche volute dalla maggioranza,  sono state bocciate.

Pubblichiamo il comunicato inviatoci dall' Associazione P.A.T.A.:

 

Protezione Ambiente  e  Tutela Antincendio

Via A. De Gasperi - sede COC

71023    BOVINO    (Fg)

 

Per l’anno scolastico 2017 in corso, è stata attivata la convenzione stipulata fra l’Associazione P.A.T.A. e l’Istituto Liceo Scientifico Sezione staccata di Bovino, per sviluppare un programma di incontri informativi e formativi sulle tematiche ambientali che confluiscono nelle problematiche di Protezione Civile, quali: rischio idrogeologico; rischio industriale e altre attività civili; avversità atmosferiche e fenomeni climatici; incendi agro-boschivi e rischio interfaccia derivante da incendi.

Di recente nella sede dell’Istituto, si è svolto il primo incontro con gli studenti del Liceo ai quali è stato presentato il programma generale in materia di Protezione Civile che gli Istruttori della Pata intendono svolgere, e quindi scopi e motivazione di questo approccio informativo e formativo di base alla prevenzione.

Risulta evidente che bisogna preparare la popolazione alla “resilienza sociale” cioè alla possibilità di saper reagire nelle situazioni di crisi-emergenza ed “istruire” i cittadini a saper affrontare gli eventi calamitosi, più ricorrenti ed in parte prevedibili.

Il Presidente insieme ad una rappresentanza di 4 Volontari-collaboratori, ha tracciato un breve profilo dell’associazione Pata, regolarmente iscritta nell’Elenco regionale delle OdV di Protezione Civile, e poi è passato a trattare alcuni argomenti specifici sull’organizzazione della protezione civile, partendo da Servizio Nazionale della Protezione Civile (legge n.225/92) fino ad arrivare alla struttura locale presente in ogni Comune, che si identifica con il COC (Centro Operativo Comunale) con a  capo il Sindaco o suo Delegato che funziona come “sala operativa” durante la gestione delle emergenze.

Ogni Sindaco, quindi, per assicurare il coordinamento dei servizi di soccorso di assistenza alla popolazione, si avvale del C.O.C. in cui anche il Volontariato svolge un ruolo operativo importante: radiocomunicazioni, disponibilità di mezzi ed attrezzatura specifica, veicoli fuoristrada, ecc.. che sono a disposizione per tutto l’anno ed utilizzati per intervenire durante la gestione dell’emergenza.

Il Presidente e la Segretaria Pata, hanno illustrato agli studenti (alquanto distratti…e con qualche turbolento) l’importanza della preparazione a livello locale (resilienza) e sottolineato come e perché ogni cittadino deve avere dei punti di riferimento e sapere quali Autorità ed Enti sono preposte alla gestione della prima emergenza, quella che coinvolge direttamente i cittadini, nella propria area urbana. A conclusione dell’incontro si è accennato al ruolo della Sezione Regionale di P.C. che si attiva principalmente tramite il Centro Operativo Regionale con la SOIR e la SOUP.

 

 

 

                                                                                                               Carmine Santoro

Due importanti iniziative  che vedranno impegnate le scuole di Bovino con manifestazioni di notevole interesse socio-culturale, alle quali la cittadinanza darà certamente tutto il sostegno possibile con la partecipazione e con la collaborazione massima per questi eventi:

ROBERTO SAVIANO INCONTRA I GIOVANI LICEALI DI BOVINO

Written by Thursday, 02 February 2017 19:04

"La paranza dei bambini", l' ultimo libro dello scrittore Roberto Saviano, autore di "Gomorra", è stato presentato in un incontro con gli studenti  presso l' Università di Foggia.

Tra gli studenti, alcuni alunni del Liceo Lanza di Bovino.

 

 

 

 

Enzo Smacchia in una recente manifestazione agricola nazionale, s' imbarca con alcuni onorevoli per spiegare loro la differenza tra segatura, grano e la fregatura del prezzo !!

“I disservizi di Poste Italiane nei piccoli comuni appenninici provocano danni agli utenti e aumentano il senso di isolamento di queste comunità”. Lo affermano i deputati Colomba Mongiello e Michele Bordo, componenti del gruppo del Partito Democratico alla Camera, nell’interrogazione rivolta al ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda per sollecitare il “ripristino di un corretto ed efficiente servizio”.

Il ‘caso’ sollevato dai parlamentari riguarda alcuni Comuni dei Monti Dauni – Carlantino, Volturara Appula, San Marco la Catola e Motta Montecorvino – in cui i sindaci e la stampa hanno registrato e riportato “innumerevoli lamentele” relative a “gravissimi disagi causati dalla mancata consegna di pacchi, bollette, fatture e raccomandate”.

“La mancata e tempestiva ricezione di bollette, avvisi di pagamento o atti giudiziari – affermano Mongiello e Bordo – espone i cittadini al pagamento di interessi di mora e, nei casi più gravi, a responsabilità di carattere penale.

Ha ragione il sindaco di Carlantino, quando afferma che i disservizi sono aumentati con la privatizzazione di Poste Italiane ed il conseguente taglio di dipendenti e sedi, da cui è derivato l’annacquamento del servizio pubblico prima garantito.

Il disservizio creato da Poste Italiane, inoltre, contribuisce ad aggravare l’isolamento di questi piccoli Comuni dal resto del mondo, al punto da doversi ritenere una concausa dello spopolamento delle aree interne e disagiate.

Abbiamo ritenuto nostro dovere informare il ministro della mancata erogazione del servizio di recapito da parte di Poste Italiane – concludono Mongiello e Bordo – e chiedere l’adozione di provvedimenti urgenti ed idonei ad evitare l’interruzione di un pubblico servizio”.

DA :

SENZA RIVALUTAZIONE LE PENSIONI DEL 2017

Written by Tuesday, 24 January 2017 10:02

Il Patronato Acli di Bovino ci ha  inviato  per la pubblicazione:

EPIFANIA A BOVINO - CONCERTO IN CATTEDRALE 5.1.2017

Written by Thursday, 05 January 2017 10:09

E' in programma Giovedì 5 Gennaio 2017, alle ore 19.30, nella Cattedrale di Bovino, il Concerto dell'Epifania, organizzato dal Liceo Scientifico di Bovino e dalla Basilica Cattedrale. Il concerto sarà eseguito dal CORO LANZA-PERUGINI diretto dal M° Giulia Panettieri. La manifestazione intende promuovere l'accoglienza e l'integrazione dei migranti, ospiti della nostra cittadina. 

Sta passando quasi inosservata questa notizia riportata sull' ultimo numero di Elce che desta qualche preoccupazione per la scarsità delle informazioni sul progetto del raddoppio del binario ferroviario:

Monteleone: se vuoi la pace, educa alla pace

Thursday, 15 December 2016 08:18

Al via il progetto pilota di educazione alla nonviolenza

Il Centro Internazionale Mahatma Gandhi compie un anno e pubblica il seguente

COMUNICATO STAMPA 

Se  vuoi  la  pace  educa  alla  pace .  A  un  anno  dalla  sua  costituzione ,  il  Centro  Internazionaleper  la  Nonviolenza  Mahatma  Gandhi  di  Monteleone  di  Puglia  organizza,  per l' anno   scolastico2016/17  , unprogetto pilota di educazione allapace, coinvolgendo le scuole materne, elementari e medie diAccadia, Anzano, Monteleone e Sant'Agata.  L’iniziativa ,  approvata  dagli organi  collegiali  dell’Istituto  comprensivo  e  dal  dirigente  scolastico  Lucio  Lorenzo  Cerrato,  è partita  in  questi  giorni  con  l'arrivo  dell'educatrice/attrice  spagnola  Veronica  RodríguezFernández,  proveniente  dal  Centro  Gandhi  di  Pisa  e  l’avvio  dei  prim i laboratori.  L'intervento educativo  si  svilupperà  in  varie  fasi  dell'anno  scolastico,  affrontando  il tema  della  pace  in tutte  le  sue  dimension i:  interpersonali,  sociali  e  internazionali.

 Quattro  le  aree  di  interesse: la  promozione  della  comprensione  reciproca  e  la  conoscenza  delle  diversità  culturali,  etniche,  linguistiche  e  religiose;  la  costruzionedi  una  cornice  pluralista  per  comuni  valoricondivisi;  la  diffusione  di  principi  e  strumenti  di  dialogo  interculturale  attraversol'educazione;  favorire  ildialogo  per  lo  sviluppo  sostenibile  e  le  sue  dimensioni  etiche,  socialie  culturali. 

 

 I   primi  laboratori  sono  stati  avviati  in  alcune  classi  delle  scuole  presenti  nel  territorio,attivando  giochi  cooperativi  e  dinamiche  di  gruppo  per  imparare  a  conoscersi,  a  superare  inmodo  nonviolento  i  piccoli  conflitti  interpersonali,  allo  scopo  di  favorire  la  scomparsa  di  ogni  forma  di  bullismo  e  di  prevaricazione  presente  nelle  relazioni  infantili  o  adolescenziali.Nei  prossimi  mesi  si  darà  il  via  ad  una  serie  di  laboratori  creativi  di  poesia  e  di  scritturacollettiva,  pittura  e  ceramica,fotografia,  cinema  e  arti  multimediali,  teatro  e  danza,  musica  ecanto ,con  l'obiettivo  di  costruire  attraverso  le  arti  una  coscienza   planetaria  di  pace,  sviluppando  un  metodo  creativo  nella  gestione  dei  conflitti.  

 L’istituto  comprensivo  ha  fatto richiesta  di  affiliazione  all’UNESCO  pe r l’inserimento  del  progetto  nei  programmi  internazional i di  educazione  alla  pace  ispirandosi  proprio  all’atto  costitutivo   dell’ Organizzazione  delle  Nazioni  Unite  per  l'Educazione,  la  Scienza  e  la  Cultura:  “se  le  guerre nascono  nella  mente  degli  uomini,  è  nella  mente  degli  uomini  che  le  difese  della  pace  devono  essere  costruite ”.  L'affiliazione  all'Unesco,  perorata  da  tutte  le  amministrazioni  comunali  coinvolte,  con  il  Comune  di  Monteleone  di  Puglia  a  fare  da  capofila,  favorirà  la sopravvivenza  dell’istituto  comprensivo  con  sede  ad  Accadia,  in  considerazione  dell’alto  valore  educativo  messo  in  atto  dalla  scuola.  Salvare  e  rafforzare  l'offerta  formativa  è  un  modo  per  garantire  con  la  pace  la  salvaguardia  delle  economie  locali  e  la  rinascita  delle  comunità  rurali  e  di  montagna.  Il  percorso  di  educazione  alla  pace  si  concluderà  alla  fine  di  maggio  con  una  grande  festa  che  si  svolgerà  a  Monteleone,  con  la  presentazione  dei  risultati  prodotti  dai  laboratori  di  pace  e  la  partecipazione  corale  d i   tutte  le  scuole  del  territorio.

 

 

I nostri contatti :)