You are here: HomeArchivioBovino sulla Stampa BOVINO SU “VIAGGIARE IN PUGLIA” - IL SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN PUGLIA

BOVINO SU “VIAGGIARE IN PUGLIA” - IL SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN PUGLIA

Written by  ADMIN Published in Bovino sulla Stampa Saturday, 22 August 2015 16:47
Rate this item
(0 votes)

Vieni a scoprire fino a tarda sera il centro storico di Bovino con visite guidate in compagnia di guide esperte che, ogni sabato, ti accompagneranno in un itinerario alla scoperta dei luoghi più suggestivi della città. Per tutta l'estate, inoltre, non perdere l'apertura straordinaria con visita guidata del Museo Civico Archeologico e della Concattedrale di Santa Maria Assunta (ad agosto visite animate e laboratori didattici For Kids, dedicati ai più piccini).

Momento fortemente identitario per Bovino e per i Monti Dauni, la Festività dedicata alla Vergine di Valleverde nasce nel 1266 quando apparve nel bosco di Mengaga ove fu costruito l’omonimo SantuarioMarino Boffa, signore di Bovino, ottenne dalla regina Giovanna II d’Angiò nel Giugno del 1534 il privilegio della fiera per 9 giorni di ogni anno, 4 giorni prima e 4 dopo, la festa della decollazione di S. Giovanni Battista, che ricorre appunto il 29 Agosto. Nel Sinodo Diocesano, celebrato a Bovino nel 1631, venne stabilito che il 29 Agosto fosse giorno festivo in quanto anniversario della Consacrazione del Santuario di Valleverde. Bovino festeggia da allora la sua protettrice con la Cavalcata Storica, caratterizzata dal simbolico rito dell’offerta dell’olio, da parte di un comune dell’Antica Diocesi. Il Corteo, preceduto dal rito civile – religioso presso il santuario, parte dall’ingresso del paese e passando per il Corso principale, procede verso il Castello Ducale fino alla Cattedrale, ove avviene la benedizione dei Cavalieri da parte dell’Arcivescovo. I figuranti rievocano l’epoca medievale dell’apparizione della Madonna al legnaiolo Niccolò con la statua lignea della Madonna scortata da cavalieri e dame col seguito dei popolani; ricordano la visita al santuario di Donna Maria d’Austria nel 1630. Nel corteo anche il Duca Giovanni Maria Guevara e la Duchessa Anna Maria Suardo con le famiglie notabili. Il Corteo si conclude con la rappresentazione della tradizione contadina a piedi e nobile a cavallo di fine ‘800.

 

Read 9882 times Last modified on Wednesday, 16 December 2015 07:35

I nostri contatti :)